Verbania, abusi sessuali su minori: arrestato il sacerdote Marco Rasia

Don Marco Rasia, sacerdote della parrocchia di Omegna, è stato arrestato sabato mattina con la pesante accusa di abusi sessuali su minori.

Nuovo caso di abusi sessuali in parrocchia. Stavolta le pesantissima accuse arrivano dalla provincia di Verbania, dove don Marco Rasia, 44enne sacerdote coadiutore della parrocchia di Omegna, è stato arrestato sabato mattina con l’accusa di abusi sessuali su minori.

Gli episodi contestati al sacerdote, ordinato nel 1997, risalgono al 2009, quando il religioso prestava servizio nella parrocchia di Castelletto sopra Ticino, comune di 10 mila abitanti in provincia di Novara. Sono ancora in corso di accertamenti, lo rendono noto le autorità, su eventuali abusi sessuali che potrebbero essere stati compiuti anche ad Omegna.

La vicenda è ancora avvolta dal riserbo – la notizia dell’arresto è stata diffusa soltanto ieri – ma la diocesi di Novara ha già rilasciato una nota in cui esprime:

sorpresa, sgomento e tristezza, dopo aver appreso per via ufficiale la notizia del provvedimento di custodia cautelare emesso nei confronti del sacerdote don Marco Rasia. In attesa di prendere esatta conoscenza delle imputazioni addebitate a don Rasia, la diocesi esprime profonda fiducia nell’operato della magistratura inquirente e attende gli sviluppi della vicenda, garantendo massima trasparenza nei confronti della comunità civile ed ecclesiale.

Le indagini sono ancora in corso. Ne sapremo sicuramente di più nei prossimi giorni.

Foto © Getty Images – Tutti i diritti riservati