Supercoppa Volley 2017: Perugia batte Trento 3-1 e raggiunge la Lube in finale

Successo degli umbri contro gli uomini di Lorenzetti.

Proprio come la prima semifinale tra Cucine Lube Civitanova e Azimut Modena, anche la seconda è finita in quattro set, ma in realtà è stata molto diversa. Se, infatti, da una parte i biancorossi hanno vinto in rimonta, dall’altra, invece, abbiamo avuto una partita in cui la Sir Safety Perugia ha messo le cose in chiaro fin dal primo pallone e molto probabilmente avrebbe potuto vincere anche in tre set soltanto, ma ha pagato per qualche minuto di distrazione proprio nel finale del terzo set, facendosi rimontare nei punti decisivi dalla Diatec Trentino che, tuttavia, non è riuscita poi a continuare la sua rimonta anche nel set successivo e si è arresa definitivamente.

La Diatec Trentino di Angelo Lorenzetti, nella scorsa stagione finalista sia in Coppa Italia sia in SuperLega, ma in entrambi i casi battuta dalla Lube, oggi è scesa in campo con una nuova formazione tipo con Giannelli al palleggio, Vettori opposto, Lanza e Kovacevic in banda, Eder e Zingel al centro e De Pandis e Chiappa che si sono alternati nel ruolo di libero. La Sir Safety Conad Perugia di Lorenzo Bernardi, vice-campione d’Europa, ha risposto con una squadra più consolidata De Cecco in regia, Atanasijevic opposto, Zaytsev e Russell schiacciatori, Anzani e Podrascanin centrali, l’ex di turno Colaci libero.

In pratica, mentre nel sestetto di Perugia le novità sono solo Anzani e il libero, in quello di Trento ci sono solo due giocatori del “vecchio” sestetto titolare, ossia i nazionali Lanza, il capitano, e Giannelli, che però ha potuto trovare l’intesa con il suo nuovo opposto Vettori durante la lunga estate in nazionale.

Nel primo set Perugia è volata subito via 6-2, poi Trento ha recuperato qualche punto, ma il set era già compromesso e gli umbri lo hanno chiuso sul 25-20. Anche nel secondo parziale i ragazzi di Bernardi sono stati abili a trovare un buon vantaggio fin dall’inizio e di ampliarlo fino a chiudere sul 25-18. Nel terzo set, invece, dopo che Perugia si è portata sul 22-18 e sembrava avere il 3-0 in mano, Trento ha reagito ed è riuscita a rimontare, ottenendo con Vettori gli ace che hanno permesso di avere ila et-point sul 24-23 per chiudere poi sul 25-23 con un muro di Eder su Atanasijevic.

Nel quarto set Perugia, proprio come nei parziali precedenti, si è portata avanti fin dai primi palloni e ha provato a scavare il solco (7-10, 10-13), ma senza riuscire ad allungare troppo e così ha dovuto lottare fino alla fine, evitando un altro finale a sorpresa di Trento che pure stava provando a rimontare di nuovo, ma è riuscita ad annullare solo uno dei tre match-point guadagnati dagli umbri.

Domani dunque la finale per il terzo posto sarà tra Modena e Trento, quella per la Supercoppa tra Lube e Perugia. Qui di seguito il tabellino della seconda semifinale.

Diatec Trentino – Sir Safety Conad Perugia 1-3 (20-25, 18-25, 25-23, 22-25)

Diatec Trentino: Kovacevic 10, Hoag, Cavuto, Vettori 18, Chiappa (L), Giannelli 5, Lanza 8, Zingel 9, Teppan, Carbonera 10, De Pandis (L). Non entrati Kozamernik, Partenio. All. Lorenzetti.

Sir Safety Perugia: Ricci, Shaw, Russell 16, Zaytsev 10, Della Lunga, Siirila 1, Colaci (L), Atanasijevic 25, De Cecco 7, Anzani 3, Podrascanin 9. Non entrati Cesarini, Berger, Andric. All. Bernardi.

Arbitri: Gnani, Cesare
Spettatori: 4023
Incasso: 69700
Durata set: 26′, 26′, 30′, 31′; tot: 113′

Foto © Lega Volley