Milano-Torino 2017: trionfa Rigoberto Uran davanti ad Adam Yates e Fabio Aru

Bella battaglia sulla salita del Superga.

La Milano-Torino ha come sempre offerto un gran bello spettacolo, soprattutto nel finale sul Superga, dove i big si sono dati battaglia. A trionfare è uno degli stranieri più amati d’Italia, il colombiano Rigoberto Uran della Cannondale-Drapac. Un successo meritato ottenuto controllando al meglio sulla salita finale. Sul podio con lui salgono il britannico Adam Yates dell’Orica Scott e il campione italiano in carica Fabio Aru dell’Astana.

Subito dopo il via sono andati all’attacco Gregory Rast della Trek Segafredo, Guillaume Bonnafond della Cofidis e Patrick Lauk della Astana ai quali, dopo un lungo inseguimento, si è aggiunto anche Simone Andreetta della Bardiani. Il vantaggio massimo dei quattro è stato di 6’ 35”.

Tra le squadre più attive in testa al gruppo si sono distinte FDJ, Team Sunweb, Team Sky e Bahrain-Merida, che hanno collaborato per abbattere il vantaggio dei fuggitivi e poi annullarlo definitivamente. Gli ultimi due battistrada rimasti al comando sono stati Andreetta e Bonnafond, che sono stati ripresi sulla prima salita del Superga.

Si è formato poi un gruppetto di testa, che è stato presto raggiunto e superato da Julian Alaphilippe della Quick-Step Floors, che ha scollinato da solo ed è andato a tutta in discesa, ma non è riuscito a fare la differenza e così il gruppo, guidato dall’Astana, lo ha ripreso a una decina di chilometri dal traguardo.

Ai -4 km ha attaccato Rudy Molard della FDJ, ma è stato ripreso grazie a un’azione di Fabio Aru, poi è scattato Cherel dell’AG2R La Mondiale e dietro di lui si sono lanciati all’inseguimento lo stesso Aru con Egan Bernal dell’Androni, Uran, Molard e Gaudu della FDJ. A questo punto è stato Uran ad attaccare e per un po’ è riuscito a starli a ruota solo Gaudu, ma poi anche lui ha mollato e il colombiano se ne è andato via da solo, evitando di essere ripreso dagli altri inseguitori, ormai tutti sparpagliati.

Nel finale Uran ha dovuto resistere alla rimonta di Adam Yates, ma ha sempre dato l’impressione di essere in grado di tenere ben sotto controllo la situazione e ha tagliato il traguardo da solo, seppur con poche energie per festeggiare.

Questa la classifica finale della Milano-Torino 2017:
1) Rigoberto Uran (Cannondale-Drapac) 4h 24’ 51”
2) Adam Yates (Orica-Scott) +10”
3) Fabio Aru (Astana) +20”
4) Nairo Quintana (Movistar) +28”
5) David Gaudu (FDJ) +31”
6) Wout Poels (Team Sky) +31”
7) Daniel Martinez Poveda (Wilier Triestina) +33”
8) Thibaut Pinot (FDJ) +35”
9) Pierre Roger Latour (AG2R La Mondiale) +43”
10) Peter Stetina (Trek-Segafredo) +53”