Omicidio Sanaa Dafani: si è concluso il processo, El Ketaoui Dafani condannato all’ergastolo

Si è già concluso il processo a El Ketaoui Dafani, il padre della 18enne Sanaa Dafani, da lui uccisa lo scorso 15 settembre per via del suo stile di vita considerato “troppo occidentale” e per la sua relazione con un ragazzo italiano, Massimo De Biasio.Ce ne siamo occupati anche stamattina: il pm Maria Grazia Zaina


Si è già concluso il processo a El Ketaoui Dafani, il padre della 18enne Sanaa Dafani, da lui uccisa lo scorso 15 settembre per via del suo stile di vita considerato “troppo occidentale” e per la sua relazione con un ragazzo italiano, Massimo De Biasio.

Ce ne siamo occupati anche stamattina: il pm Maria Grazia Zaina aveva chiesto per l’imputato una condanna all’ergastolo con isolamento diurno per due anni. La sua richiesta è stata accolta e l’ex cuoco 45enne è stato condannato al carcere a vita per accusato di omicidio volontario aggravato da vincoli di parentela e di lesioni gravi ai danni di Massimo De Biasio.

I legali che hanno difeso l’uomo, Marco Borella e Leone Bellio, hanno già fatto sapere che ricorreranno in appello, non appena saranno depositate le motivazioni della sentenza:

Il gup Patrizia Botteri si è riservata 60 giorni per depositare le motivazioni della sentenza. Leggeremo e faremo appello in quanto il collegio di difesa non ritiene che ci siano motivi sufficienti per la premeditazione.

Ultime notizie su Inchieste e processi

Tutto su Inchieste e processi →