Lucca: 70enne agli arresti domiciliari con l’accusa di violenza sessuale ai danni di minore

Un pensionato di Lucca è finito in manette con l’accusa di violenza sessuale aggravata nei confronti di un ragazzino di 12 anni, adescato in campetto da calcio nei pressi dell’abitazione dell’uomo.L’episodio che ha portato all’arresto dell’uomo è accaduto mercoledì pomeriggio, in una frazione di Lucca: il 12enne stava giocando a calcio insieme ad alcuni suoi


Un pensionato di Lucca è finito in manette con l’accusa di violenza sessuale aggravata nei confronti di un ragazzino di 12 anni, adescato in campetto da calcio nei pressi dell’abitazione dell’uomo.

L’episodio che ha portato all’arresto dell’uomo è accaduto mercoledì pomeriggio, in una frazione di Lucca: il 12enne stava giocando a calcio insieme ad alcuni suoi amici quando il 70enne li avrebbe avvicinati invitandoli ad andare a raccogliere le ciliege su un albero del suo giardino.

Il gruppetto ha acconsentito e il 12enne è stato invitato in casa con una scusa: è in quel momento che l’anziano l’avrebbe molestato.

Si legge su Lo Schermo Lucca:

Lì, l’anziano non ha lasciato niente al caso: lo ha denudato, gli ha palpeggiato le parti intime, lo ha baciato e, perfino, leccato una guancia. […] La chiamata è arrivata alla centrale del 113 un paio di giorni fa: vista la gravità del fatto segnalato, sul posto sono arrivate due auto, una pattuglia della Mobile e una volante della questura di Lucca. Gli agenti hanno raccolto le prime testimonianze, riuscendo in questo modo a identificare l’anziano che sarebbe stato il protagonista dell’episodio raccontato dai ragazzi.


L’anziano, sposato e con figli, non ha precedenti per pedofilia e al momento si trova agli arresti domiciliari.