Margherita Hack è morta

Una delle più importanti divulgatrici scientifiche in Italia, attivista e razionalista. Le fu anche titolato l’asteroide 8558 Hack.

Aveva 91 anni. Astrofisica e attivista, si è spenta la notte scorsa all’ospedale Cattinara di Trieste: era ricoverata da una settimana.

Nella proposta di cittadinanza onoraria che le ha dedicato la città di Arezzo si legge:

«Una delle figure più prestigiose e limpide del mondo scientifico italiano, da sempre in prima fila per i diritti delle donne e per la laicità dello Stato, sincera, democratica ed antifascista»

Scienziata e attivista, atea e razionalista, ha sempre avversato ogni forma di religione e superstizione, incluse le cosiddette “pseudoscienze”. Era garante scientifico del CICAP e Presidente onorario dell’Unione degli Atei e degli Agnostici Razionalisti.