Berlino: nudo in una fontana, ucciso da poliziotto

Brandiva un coltello di 20 centimetri, si è autoinferto numerose ferite e avrebbe minacciato gli agenti intervenuti.

Voleva essere una bravata probabilmente. E invece è finita in tragedia. Un 20enne si era spogliato completamente nudo nella fontana di Nettuno, vicino al municipio di Berlino, attirando l’attenzione di passanti e curiosi. E dei poliziotti che, avvicinatosi, hanno visto che il ragazzo aveva in mano un coltello.

Alla vista dei due agenti, il 20enne ha cominciato a ferirsi. Gli agenti gli hanno intimato più volte di fermarsi e di lasciare l’arma; a un certo punto, uno dei poliziotti ha esploso un colpo uccidendo il ragazzo davanti a una gran folla, che ha assistito impotente alla scena.

Sull’epilogo della vicenda ci sono però alcune versioni contrastanti: secondo testimoni, infatti, l’agente avrebbe sparato solo quando il 20enne si è gettato contro di loro brandendo il grosso coltello da 20 centimetri. Sarebbe stato quindi un gesto di legittima difesa.

I media non sono neanche sicuri che la morte sia arrivata per il colpo di pistola o per le numerose ferite che il ragazzo si era autoinferto. In piazza, sono stati inutili tutti i tentativi di rianimarlo. ”Il collega ha sparato all’uomo e lo ha colpito nella parte superiore del corpo” ha dichiarato il portavoce della polizia, Stefan Redlich, al quotidiano berlinese BZ-Berlin.

Foto | © Getty Images