Calciomercato Torino: problema ingaggio per Sirigu

Calciomercato Torino: i granata hanno scelto Sirigu per la porta, ma c’è il “problema ingaggio” da risolvere

Il Torino ha scelto Salvatore Sirigu come successore di Hart, ma per adesso non è ancora riuscito a concludere l’accordo. Il portiere sardo è legato al PSG fino all’estate 2018 con un contratto che prevede un ingaggio di 3,5 milioni di euro al quale, giustamente, Sirigu non è disposto a rinunciare. Nella stagione 2015/2016 il portiere azzurro si è accontentato di fare il secondo di Trapp, mentre in quella appena conclusa ha iniziato prima in prestito al Siviglia per chiudere poi all’Osasuna. Il PSG, in entrambi i casi, ha pagato gran parte del suo ingaggio, nella speranza di riuscire a cederlo a titolo definitivo durante quest’estate.

Offerte per il suo cartellino non sono arrivate. Il Torino lo vorrebbe prelevare in prestito, ma il PSG al momento non sembra disposto a colmare la differenza di 2,3 milioni di euro che balla tra quanto percepisce Sirigu e quanto è disposto ad offrire il Torino come ingaggio. Il portiere, ovviamente, non vuole rimetterci economicamente e vorrebbe che fossero i francesi a garantirgli il suo ingaggio. La situazione è dunque in fase di stallo, anche perché il Torino non è interessato a prelevarlo a titolo definitivo spalmandogli l’ingaggio su più stagioni. Dal 2018/2019 i granata vorrebbero puntare su Vanja Milinkovic-Savic, il fratellino 20enne del Sergej della Lazio.

La situazione tra Sirigu ed il Torino è quindi al momento ferma, al punto che i granata avrebbero fatto un tentativo con l’Udinese chiedendo il prestito di Karnezis.

I Video di Blogo

“Race Across America” A Film by Stephen Auerbach (“Bicycle Dreams”)