Giro di Svizzera 2017: Warbasse vince quarta tappa, Caruso è leader della generale | Video

L’italiano della BMC oggi è arrivato secondo, ma ha conquistato la leadership.

Larry Warbasse ha portato alla sua squadra, l’Aqua Blue Sport, la prima vittoria in una corsa World Tour andando ad aggiudicarsi la quarta frazione del Giro di Svizzera 2017 dopo essere stato in fuga tutto il giorno. L’americano ha tagliato il traguardo con en 40” di vantaggio sui primi inseguitori tra i quali c’era anche Damiano Caruso della BMC che è diventato leader della corsa, mentre Domenico Pozzovivo dell’AG2R La Mondiale è arrivato quinto ed è terzo nella generale a +24”. Tra i due italiani c’è Steven Kruijswijk del Team LottoNL-Jumbo a +15” dal leader.

Oggi tappa di 150,2 km da Berna a Villars-sur-Ollon, con due gpm, uno a Col des Mosses, al km 116, e l’altro proprio all’arrivo. Subito dopo il via ci sono stati i primi attacchi ed è andata in porto la fuga composta da Lars Boom (LottoNL – Jumbo), Nick Van der Lijke (Roompot – Oranje), Antoine Duchesne (Direct Energie) e Lawrence Warbasse (Aqua Blue Sport). Al loro inseguimento si è lanciato da solo Tim Wellens, ma dopo 30 km in solitaria si è dovuto arrendere e si è fatto riprendere dal gruppo, mentre il vantaggio dei quattro battistrada saliva sopra i sette minuti a una quarantina di chilometri dal via, per raggiungere gli otto minuti a 100 km dal termine.

Il gap è leggermente diminuito quando in testa alla corsa si è messa a lavorare l’AG2R La Mondiale oltre al Team Sunweb, ma qualche chilometro prima del Col des Mosses è di nuovo tornato a otto minuti. Nel gruppo è dovuta intervenire la giuria a causa di una accesa discussione tra Danny Van Poppel del Team Sky e Steven Kruijswijk della LottoNL-Jumbo.

Lungo la salita del Col des Mosses Boom e Van der Lijke hanno perso terreno, mentre Warbasse e Duchesne hanno proceduto sempre a un buon ritmo. Van der Lijke è riuscito a riportarsi sui due in testa alla corsa e insieme a loro ha finito la salita con un vantaggio di 5’ 15” sul plotone guidato dalla Bahrain-Merida. Restrepo del Team Katusha-Alpecin ha attaccato in vista del gpm e ha guadagnato un po’ di vantaggio sul gruppo, mentre Boom ha perso in salita circa un minuto rispetto ai suoi compagni di fuga.

In discesa è stata la FDJ a dettare il ritmo al plotone facendo scendere il gap. Quando ai battistrada restavano poco più di tre minuti di vantaggio, Warbasse ha staccato Van der Lijke e ha proseguito da solo. Negli ultimi chilometri si è scatenata la bagarre e si sono formati diversi gruppetti all’inseguimento di Warbasse.

Il primo contrattaccante che ha raggiunto e superato Van der Lijke è stato Domenico Pozzovivo, quando Warbasse era a 4 km dal traguardo con 1’ 11” di vantaggio. L’italiano è stato poi raggiunto da un gruppetto di corridori composto da Damiano Caruso della BMC, Steven Kruijswijk della LottoNL-Jumbo, Simon Spilak del Team Katusha e Mahias Frank che ha tentato per un po’ di raggiungere Warbasse, ma non ce l’ha fatta e alla fine ha perso 4” in più rispetto al gruppetto del suo compagno di squadra Pozzovivo.

Questi i primi dieci al traguardo della quarta tappa:
1) Larry Warbasse (Aqua Blue Sport) 3h 48’ 55”
2) Damiano Caruso (BMC) +40”
3) Steven Kruijswijk (Team LottoNL-Jumbo) +40”
4) Simon Spilak (Team Katusha-Alpecin) +40”
5) Domenico Pozzovivo (AG2R La Mondiale) +40”
6) Mahias Frank (AG2R La Mondiale) +44”
7) Marc Soler (Movistar) +59”
8) Miguel Ángel López (Astana) +1’ 07”
9) Mikel Nieve (Team Sky) 1’ 20”
10) Alberto Rui Costa (UAE Team Emirates) +1’ 34”

Damiano Caruso

E queste le prime posizioni in classifica generale dopo quattro tappe:
1) Damiano Caruso (BMC) 12h 08’ 35”
2) Steven Kruijswijk (Team LottoNL-Jumbo) +15”
3) Domenico Pozzovivo (AG2R La Mondiale) +24”
4) Simon Spilak (Team Katusha-Alpecin) +24”
5) Marc Soler (Movistar) +31”
6) Mathias Frank (AG2R La Mondiale) +33”
7) Mikel Nieve (Team Sky) +1’ 09”
8) Alberto Rui Costa (UAE Team Emirates) +1’ 10”
9) Valerio Conti (UAE Team Emirates) +1’ 20”
10) Miguel Ángel López (Astana) +1’ 25”

Foto © Tour de Suisse