Cina, il Governo finanzia la bici anti-inquinamento

Il progetto Smog Free è stato messo a punto dall’olandese Studio Roosegaarde

Che andare in bicicletta contribuisca a diminuire lo smog è risaputo, ma che l’apporto nel migliorare la qualità dell’aria possa essere addirittura attivo è davvero una notizia destinata a fare il giro del mondo.

Lo Studio Roosegaarde, nell’ambito del progetto Smog Free supportato dal governo di Pechino, ha messo a punto una speciale bicicletta dotata di un purificatore dell’aria che viene azionato grazie al movimento dei pedali.

Il concetto è molto più semplice di quanto si possa pensare ed è “copiato” dal funzionamento degli ionizzatori: le polveri sottili che finiscono nel “purificatore” fissato sul manubrio vengono caricate elettrostaticamente e, diventando più pesanti, precipitano. L’aria rilasciata dall’apparecchio risulta in questo modo più pulita.

La Smog Free Bicycle ideata dal designer olandese Dan Roosegaarde non è in vendita; attualmente è un modello sperimentale che potrebbe essere utilizzato con una doppia funzione: ridurre il numero di auto in circolazione e purificare l’aria con questo rivoluzionario sistema.

Foto | Studio Rosengaarde