Delitto di Perugia: gli indagati restano in carcere

La cassazione ha deciso che Amanda Knox e Raffaele Sollecito devono restare in carcere. Le richieste di annullare l’ordinanza di custodia cautelare sono state rigettate giacché i giudici ritengono che ci siano gravi indizi a loro carico ed esista il pericolo di fuga, soprattutto per la Knox, che potrebbe cercare di rientrare in patria. Riguardo

La cassazione ha deciso che Amanda Knox e Raffaele Sollecito devono restare in carcere. Le richieste di annullare l’ordinanza di custodia cautelare sono state rigettate giacché i giudici ritengono che ci siano gravi indizi a loro carico ed esista il pericolo di fuga, soprattutto per la Knox, che potrebbe cercare di rientrare in patria.

Riguardo alla giovane americana, si parla anche di “personalità negativa” e particolare rilevanza viene dato al memoriale in cui si autoaccusa. La posizione di Sollecito è piuttosto simile.

“Non suscettibile di censura il grave quadro indiziario” così dice la Cassazione, che ne evidenzia la “fragilità caratteriale e le peculiarità personologiche del soggetto, non classificabile solo come uno stereotipo giovanile, ma che deve essere inserito in un contesto più connotato da quello del ripetuto uso abituale di droghe”.

Ricordo che il ragazzo ha affermato “di aver inizialmente detto un sacco di cazzate“. La cosa è stata tenuta chiaramente in debita considerazione, e non può che gettare ombre di dubbio su ogni sua dichiarazione successiva.

Negli ultimi giorni, comunque, credo siano stati posti alcuni punti fermi nelle indagini: la madre di Meredith ha confermato che mancavano i soldi dell’affitto. Un possibile movente è di certo una delle chiavi di volta per risolvere qualsiasi caso, la sparizione dei soldi è particolare di fondamentale importanza.

In più si è appurato anche che la giovane non era ubriaca, come invece era sembrato dopo recenti analisi. Questo elimina interrogativi senza risposta che mal quadravano con la ricostruzione del delitto e rafforza l’impianto accusatorio nei confronti degli indagati.

Amanda Knox, Sollecito e Guede restano in carcere. Passano i giorni, e la loro posizione pare sempre più grave.

Via | Fondazioneitaliani

Ultime notizie su Inchieste e processi

Tutto su Inchieste e processi →