Iran, 7 vittime nel corteo di ieri, oggi oppositori di nuovo in piazza a Teheran

Non accenna a diminuire la tensione in Iran, e con essa neanche il livello dello scontro tra forze governative e istituzionali e l’opposizione capeggiata da Hossein Mousavi, che continua nella sua accusa di brogli nelle elezioni presidenziali.Si alza il livello dello scontro, si inasprisce la la repressione. Press Tv, televisione iraniana in lingua inglese, ha

Non accenna a diminuire la tensione in Iran, e con essa neanche il livello dello scontro tra forze governative e istituzionali e l’opposizione capeggiata da Hossein Mousavi, che continua nella sua accusa di brogli nelle elezioni presidenziali.

Si alza il livello dello scontro, si inasprisce la la repressione. Press Tv, televisione iraniana in lingua inglese, ha diffuso la notizia dell’uccisione di sette civili nella manifestazione di ieri in in piazza Azadi, a Teheran. La tv non ha specificato se le vittime siano sostenitori dell’opposizione.

Numerose testimonianze locali intanto hanno raccontato di spari sulla folla in diversi quartieri della capitale iraniana.

Questa mattina invece, Mohammad Ali Abtahi, ex stretto collaboratore del presidente riformista Mohammad Khatami, è stato arrestato, la notizia è stata diffusa dal suo staff.

L’opposizione però non attenua le proteste e sta preparando una nuova manifestazione per oggi pomeriggio alle diciassette in piazza Valiasr, sempre a Teheran.

Il Consiglio dei Guardiani della rivoluzione ha intanto annunciato di essere pronto al riconteggio dei voti delle elezioni presidenziali di venerdì scorso. Un gesto di distensione e per evitare il prolungarsi dello scontro frontale.