Giro d’Italia 2017, tappa 15: Jungels vince a Bergamo. Dumoulin sempre in Rosa | Video

La Maglia Bianca ha vinto la frazione da Valdengo a Bergamo.

  • 12:09

    Benvenuti al liveblogging della tappa 15 del Giro d’Italia 2017 da Valdengo a Bergamo (199 km): Il gruppo parte verso il km 0.

  • 12:22

    Viene dato ora il via ufficiale alla tappa!

  • 12:30

    Ritmo elevato, ci sono subito molti scatti.

  • 12:33

    In testa di forma un gruppetto composto da: Jan Barta (Bora-Hangrohe), Jeremy Roy (FDJ), Moreno Hofland (Lotto Soudal), Dries Devenyns (Quick-Step Floors) e Eugert Zhupa (Wilier-Selle Italia).

  • 12:53

    C’è stato un tentativo di Alberto Rui Costa dell’UAE Team Emirates di staccarsi dal gruppo per rientrare sui fuggitivi, ma si è dovuto arrendere praticamente subito. Ma il gap è solo di 15”.

  • 13:11

    Il vantaggio dei cinque battistrada è di circa mezzo minuto.

  • 13:30

    Nella prima ora di corsa il ritmo è stato altissimo, 51,8 km/h la velocità media.

  • 13:31

    Zhupa si aggiudica il traguardo volante di Busto Arsizio.

  • 14:01

    La situazione è più o meno sempre la stessa, cinque uomini in fuga, ma con solo mezzo minuto di vantaggio.

  • 14:05

    Teklehaimanot della Dimension Data e Teuns della BMC provano a staccarsi dal gruppo e a raggiungere i battistrada che hanno solo 10” di vantaggio quando siamo nella zona del rifornimento fisso.

  • 14:12

    Devenyns, vedendo il gruppo troppo vicino, prova ad allungare da solo.

  • 14:19

    Devenyns si arrende.

  • 14:21

    C’è di nuovo un gran movimento in testa al gruppo.

  • 14:30

    Adesso abbiamo al comando un gruppetto composto da Enrico Barbin della Bardiani CSF, Silvan Dillier della BMC, Rudy Molard della FDJ, Evgeny Shalunov della Gazprom RusVelo, Fernando Gaviria della Quick-Step Floors, Jacques Janse Van Rensburg del Team Dimension Data, Enrico Battaglin del Team LottoNL-Jumbo, Philippe Deignan del Team Sky, Simone Petilli dell’UAE Team Emirates e Julen Amezqueta della Wilier Triestina.

  • 14:37

    Il vantaggio dei battistrada sale a 50”.

  • 14:41

    Ora si può dire che la fuga sia partita: il gap è salito a 1’ 46”.

  • 14:50

    Il vantaggio dei battistrada è ora di 2′ 31″.

  • 15:05

    Al traguardo volante di Almenno San Salvatore passa Gaviria davanti a tutti, per consolidare la sua Maglia Ciclamino.

  • 15:10

    L’Orica-Scott si è messa in testa al gruppo e ora il gap è sceso a 1′ 09″.

  • 15:15

    Per i battistrada sta cominciando la salita di Miragolo San Salvatore.

  • 15:23

    Lungo la salita il gruppetto di testa si sta sparpagliando.

  • 15:28

    Gaviria è già stato ripreso dal gruppo, in testa si è formato un gruppetto con Enrico Barbin (Bardiani CSF), Rudy Molard (FDJ), Jacques Janse Van Rensburg (Dimension Data), Philip Duignan (Team Sky) e Julen Amezqueta (Wilier-Selle Italia).

  • 15:28

    All’inseguimento ci sono Silvan Dillier (BMC), Evegeny Shalunov (Gazprom RusVelo), Enrico Battaglin (LottoNL–Jumbo), Simone Petilli (UAE Team Emirates), che però hanno un margine ridotto sul plotone principale guidato dalla squadra della Maglia Rosa, il Team Sunweb.

  • 15:36

    Pierre Rolland della Cannondale-Drapac si è staccato dal gruppo e ha preso un po’ di vantaggio. Prova a rientrare sui quattro uomini rimasti al comando, cioè Molard, Janse Van Rensburg, Deignan e Amezqueta, mentre Barbin ha perso terreno.

  • 15:39

    Anche Amezqueta perde contatto, davanti restano Molard, Janse Van Rensburg e Deignan.

  • 15:39

    Rolland intanto ha raggiunto Barbin e molto probabilmente lo staccherà.

  • 15:41

    Al gpm è Janse Van Rensburg a transitare per primo davanti a Molard e Deignan.

  • 15:46

    Lungo la discesa dal gpm è caduto Nairo Quintana! Il colombiano stava a ruota di un compagno che ha completamente sbagliato traiettoria. Quintana è rimasto fermo per un po’ e la sua ammiraglia ha anche messo in gravissima difficoltà numerosi corridori del gruppo.

  • 15:48

    Tom Dumoulin ha fatto cenno ai suoi compagni di squadra di rallentare per aspettare Quintana. Lezione di Fair Play della Maglia Rosa.

  • 15:48

    Uno dei compagni di squadra di Quintana ha dovuto fare una cinquantina di metri in senso contrario per andare ad aiutare il suo capitano.

  • 15:49

    Deignan, Molard e Janse Van Rensburg hanno intanto poco più di un minuto di vantaggio sul gruppo guidato dal Team Sunweb.

  • 15:50

    Con 29″ di ritardo rispetto ai tre uomini di testa ci sono Pierre Rolland della Cannondale-Drapac e Luis Leon Sanchez dell’Astana. Sta cominciando la salita verso il Selvino. Intanto Quintana si ferma di nuovo per cambiare ancora una volta la bici.

  • 15:51

    Ora Orica-Scott e Bahrain-Merida aumentano il ritmo in testa al gruppo.

  • 15:55

    Rolland e Sanchez hanno raggiunto Deignan, Molard e Janse Van Rensburg. Intanto Barbin ha un problema di crampi e si è dovuto fermare.

  • 15:57

    Oggi la media oraria è stata alta e fa anche discretamente caldo, per questo alcuni accusano problemi di crampi.

  • 15:58

    Il gruppo Maglia Rosa ha solo 40″ di ritardo dai battistrada.

  • 16:05

    Rolland si è aggiudicato il gpm del Selvino.

  • 16:05

    Ora ci sono 12 km di discesa con molti tornanti. Siamo a 27 km dal traguardo.

  • 16:05

    Al gpm il gruppo Maglia Rosa ha accusato un ritardo di 40″ netti.

  • 16:08

    Il gruppo, guidato dall’Orica-Scott, ha guadagnato una decina di secondi.

  • 16:11

    Siamo a 21,7 km dal termine, in discesa Rolland sta accusando qualche problema e il gruppetto di testa si è allungato. Quello della Maglia Rosa ha un ritardo di 35″.

  • 16:13

    Per molti corridori c’è un problema di rifornimento d’acqua perché le ammiraglie non riescono a raggiungerli.

  • 16:13

    Intanto in discesa c’è stata una caduta, coinvolti Kenny Elissonde del Team Sky e Davide Formolo della Cannondale-Drapac.

  • 16:18

    Ricordiamo che in testa abbiamo sempre Rudy Molard (FDJ), Jacques Janse Van Rensburg (Dimension Data), Philip Duignan (Team Sky), Luis Leon Sanchez (Astana) e Pierre Rolland (Cannondale-Drapac), quest’ultimo è un po’ indietro e continua ad avere problemi a causa della necessità di una nuova borraccia.

  • 16:18

    Il vantaggio dei cinque battistrada è di 35″ al termine della discesa e a 15 km dal traguardo.

  • 16:20

    Finalmente Rolland è riuscito ad avere una borraccia dalla macchina della giuria.

  • 16:20

    Rolland ha chiesto anche dei gel, forse ha una crisi di fame o un calo di zuccheri.

  • 16:21

    -13 km e 28″ di vantaggio per i cinque battistrada sul gruppo Maglia Rosa. Il ritmo continua a essere forsennato, come lo è stato praticamente per tutta la tappa.

  • 16:23

    Gli uomini dell’Orica-Scott sono in testa al gruppo e stanno correndo a testa bassa come se stessero tirando la volata per lo sprint finale…

  • 16:24

    Formolo intanto deve ancora rientrare nel gruppo.

  • 16:24

    Brutta caduta per Tanel Kangert dell’Astana che ha preso un paletto di uno spartitraffico!

  • 16:26

    Intanto Formolo è riuscito a riagganciare il gruppo Maglia Rosa.

  • 16:29

    Siamo a 5,8 km dal termine e il vantaggio dei cinque uomini al comando è di soli 11″.

  • 16:30

    Ci sono ora due rampe che portano a Bergamo Alta.

  • 16:32

    Sulla salita gli uomini della Bahrain-Merida si mettono in testa al gruppo e sul pavé riprendono i battistrada, tranne Pierre Rolland che allunga da solo in testa.

  • 16:33

    Sono Giovanni Visconti e Franco Pellizotti a guidare il gruppo, ma ora attacca Bob Jungels della Quick-Step Floors.

  • 16:33

    Mancanonsolo 3,4 km. Attaccano anche Domenico Pozzovivo dell’AG2R La Mondiale e Vincenzo Nibali della Bahrain-Merida.

  • 16:34

    Nibali riprende Jungels e prova ad allungare in discesa.

  • 16:34

    Nibali continua stare in testa, ha fatto selezione, ma i migliori sono alla sua ruota.

  • 16:35

    La Maglia Rosa Tom Dumoulin ha perso qualche metro, ma continua del suo passo, come sempre.

  • 16:36

    Siamo a 2 km dal termine e in testa ci sono otto uomini, tutti big della classifica generale.

  • 16:36

    Rilancia l’azione Jungels, Thibaut Pinot della FDJ è alla sua ruota.

  • 16:37

    Ultimo chilometro!

  • 16:37

    Jungels, Pinot, Yates, Mollema, Dumoulin, Quintana, Pozzovivo e Nibali sono gli otto in testa.

  • 16:38

    Si va verso una volata tra questi otto campioni!

  • 16:38

    È Bob Jungels a regolare la volata e a vincere davanti a Nairo Quintana! Quinto Domenico Pozzovivo, settimo Vincenzo Nibali.

Quinta vittoria per la Quick-Step Floors in questo Giro d’Italia 2017, praticamente un terzo delle frazioni disputate finora, visto che siamo alla numero 15. Sul traguardo di Bergamo si è imposto Bob Jungels, la Maglia Bianca, che ha regolato un gruppetto di otto corridori, tutto composto da uomini di classifica, in uno sprint finale. E come ha ammesso lo stesso lussemburghese è la prima volta che si aggiudica una vittoria allo sprint, ma in effetti tra gli uomini di testa era il più potente, mentre la Maglia Rosa Tom Dumoulin oggi si è limitato a controllare, ma, procedendo sempre con il suo passo, è riuscito a stare davanti. Oggi Nairo Quintana è riuscito ad arrivare secondo, guadagnando dunque l’abbuono e recuperando qualche secondo rispetto all’olandese, ma se l’è vista brutta durante la tappa a causa di una caduta in discesa. Lo stesso Dumoulin si è reso protagonista di un gran gesto di Fair Play chiedendo ai suoi uomini di rallentare quando Quintana è caduto. È stata una tappa incredibilmente veloce, con un ritmo altissimo dall’inizio alla fine. Per quanto riguarda gli italiani abbiamo Domenico Pozzovivo dell’AG2R La Mondiale che si è classificato al quinto posto e Vincenzo Nibali della Bahrain-Merida settimo.

Questi i primi dieci al traguardo di Bergamo:

Classifica Generale della Maglia Rosa
Classifica a Punti della Maglia Ciclamino
Classifica Giovani della Maglia Bianca
Classifica Scalatori della Maglia Azzurra

Il racconto della tappa Valdengo-Bergamo

Presentazione della Tappa 15 Valdengo-Bergamo

La tappa di oggi del Giro d’Italia 2017, la numero 15, sarà abbastanza faticosa per i corridori che stanno per arrivare al loro secondo e ultimo giorno di riposo (domani), prima del decisivo rush finale. Si parte da Valdengo, che è stata città di partenza anche nel 2014, e si arriva a Bergamo dopo ben 199 km con due traguardi volanti e due gran premi della montagna.

Gli sprint intermedi sono: il primo al km 64,5 a Busto Arsizio, il secondo al km 139,8 ad Almenno San Salvatore. Il rifornimento fisso è posto al km 91,9, poco dopo Noverate e prima di Arosio. Per quanto riguarda i gpm, invece, sono entrambi negli ultimi 60 km: il primo è Miragolo San Salvatore, di seconda categoria, con scollinamento al km 159,3 dopo una salita di 9,850 km con pendenza massima dell’11% proprio poco prima dello scollinamento; il secondo è la salita del Selvino di terza categoria, lunga 6,9 km, con scollinamento al km 170,8, con pendenza massima del 9% all’inizio dell’ascesa, poi dopo c’è una pendenza media intorno al 5%.

Dal Selvino in poi c’è una lunga discesa con dei tornanti, finita la quale cominciano i 9 km di avvicinamento a Bergamo Alta, una volta entrati in città i corridori saliranno alla Porta Garibaldi e poi a Largo Aperto, trovando anche 200 metri di acciottolato e pendenza sopra il 10%, fino a un massimo del 12%.

Negli ultimi 2 km c’è una svolta secca con una breve strettoia per superare la Porta Sant’Agostino, negli ultimi 1000 metri ecco un’ampia curva a sinistra e poi il rettilineo finale lungo 800 metri su strada asfaltata larga 7,5 m con una prima parte in discesa e l’ultima pianeggiante.

È una tappa che potrebbe anche vedere arrivare i fuggitivi fino alla fine, ma tutto dipenderà dalla composizione del gruppetto di attaccanti e dalla voglia di lavorare della squadra della Maglia Rosa Tom Dumoulin, fresco della sua seconda vittoria di tappa in questo Giro. La partenza è fissata alle 11:30. Seguiremo la frazione in diretta qui su questa pagina di Blogo con il nostro liveblogging.

Tappa 15 Valdengo-Bergamo: altimetria e planimetria

I Video di Blogo.it

Ultime notizie su Giro d'Italia

giro italia 2020

Tutto su Giro d'Italia →