Pullman tifosi fuori strada: Brescia, un morto e 20 feriti

Alle 4 di notte, di ritorno dalla trasferta di Livorno, l’autobus è uscito di strada e si è ribaltato in un campo di granoturco. Gravi altri due tifosi.

Tragedia nella notte sull’A21, tra Manerbio e Brescia Sud. Un pullman, che trasportava tifosi del Brescia di ritorno dalla trasferta di Livorno, si è ribaltato: il bilancio parla di un morto e una ventina di feriti. Due di questi sono in condizioni gravi.

Il torpedone, a quanto pare, è uscito di strada alle quattro di notte finendo in un campo di granoturco. Ancora da chiarire le ragioni dell’incidente (un colpo di sonno? la strada viscida?). Uscendo dalla carreggiata, l’autobus si è rovesciato. Niente da fare per un 22enne residente a Lumezzane, Andrea Toninelli, che ha perso la vita. Due dei 20 feriti sono stati ricoverati in condizioni serie al Civile e in Poliambulanza. Una decina di contusi si trovano invece all’ospedale di Manerbio, al Poliambulanza, al Città di Brescia e al Sant’Anna.

Il mezzo faceva parte di una colonna di sei autobus carichi di tifosi. Sono immediatamente intervenuti i soccorsi, con il 118 e i vigili del fuoco che hanno lavorato a lungo per estrarre dalle lamiere i feriti. Sul posto anche diverse pattuglie dei carabinieri e della polizia stradale.

Tra le ipotesi al vaglio degli inquirenti c’è anche un malore del conducente, ma non si esclude un guasto tecnico al mezzo. Quando la notizia è arrivata in città, le reazioni di sgomento sono state immediate. Tutti a caccia di notizie che, naturalmente, erano e sono ancora frammentarie. L’autostrada non è mai stata chiusa al traffico, ma dalle 4 alle 8 si circolava solo sulla corsia di sorpasso tra Manerbio e Brescia.