Giro d’Italia 2017, tappa 7: Ewan ha vinto al fotofinish ad Alberobello | Video

Bob Jungels è sempre la Maglia Rosa.

Anche Caleb Ewan ha messo il suo sigillo su una tappa del Giro d’Italia 2017. Il tazmaniano dell’Orica-Scott, tra i velocisti più forti, era l’unico a non aver ancora vinto una frazione e oggi ce l’ha fatta ad Alberobello. Ha battuto in volata la Maglia Ciclamino Fernando Gaviria della Quick-Step Floors e Sam Bennett della Bora-Hansgrohe.
Bob Jungels resta Maglia Rosa. Oggi tra gli uomini di classifica è stato Vincenzo Nibali ad arrivare primo, decimo in totale dopo i velocisti, perché la sua squadra ha fatto un ottimo lavoro per tenerlo sempre nelle prime posizioni.
Oggi alla partenza da Castrovillari fino al km 0 il gruppo ha avuto un ospite d’onore, l’attore Patrick Dempsey, presente grazie a uno sponsor, che ha indossato una Maglia Rosa d’epoca. Poi in fuga sono andati in tre, Simone Ponzi (CCC Sprandi), Giuseppe Fonzi (Wilier- Selle Italia) e Dimitri Kozonchuk (Gazprom-RusVelo). Ponzi ha avuto un problema meccanico e si è rialzato, mentre gli altri due sono rimasti in fuga fino ai -19 km. Il gruppo è arrivato compatto al termine e tutto si è così deciso in volata.

Questi i primi dieci al traguardo:

Il racconto della 7a tappa Castrovillari-Alberobello

La presentazione della tappa Castrovillari-Alberobello

Il Giro d’Italia 2017 continua la sua risalita dello Stivale e oggi, con la tappa numero 7, da Castrovillari ad Alberobello (Valle d’Itria), attraversa quattro province, partendo dalla Calabria per arrivare, dopo un breve passaggio in Basilicata, in Puglia.

È una tappa lunga con i suoi 224 km, ma è classificata come una frazione senza difficoltà. In effetti, dal punto di vista altimetrico, non è impegnativa, la prima parte, dopo i primi 18 km in discesa da Castrovillari a Villapiana Lido, è completamente pianeggiante, poi sale, ma poco, da Massafra, dove è posto il primo traguardo volante al km 138,7, fino al gran premio della montagna di Bosco Delle Pianelle, che è soli di quarta categoria, al km 154,1. Dopo il secondo sprint intermedio a Martina Franca, al km 167,7, la strada sarà in leggera discesa, passerà da Ceglie Messapica e risalirà leggermente a Cisternimo e poi a Locorotondo.

Gli ultimi chilometri saranno abbastanza nervosi tra rotatorie, spartitraffico, isole pedonali, dossi, pavé, passando da strade larghe e rettilinee a strade cittadine con molte svolte e restringimenti di carreggiata. Dai -5 km la strada sarà in leggera salita, poi ai -1,5 km scenderà, sempre in modo lieve, fino ai -700 metri, quando si tornerà nuovamente a salire leggermente. Il traguardo è posto al termine di un rettilineo di 100 metri su strada larga 7,5 metri.

È una tappa sulla carta per velocisti, ma considerata la difficoltà di interpretazione del finale e il fatto che anche oggi il vento potrebbe mescolare tutte le carte, può davvero succedere qualunque cosa e sarà fondamentale vedere come sarà composta la fuga di giornata e quanto tempo di vantaggio riuscirà a prendere.

Anche la tappa odierna si può vedere in diretta tv su RaiSport+HD e poi, dalle 14, su Raidue e su Eurosport, mentre in streaming si può seguire tramite il sito web ufficiale di RaiSport, RayPlay ed Eurosport Player. Qui su Blogo trovate il nostro liveblogging.

Castrovillari-Alberobello: altimetria e planimetria

Ultime notizie su Giro d'Italia

Tutto su Giro d'Italia →