Giro d’Italia 2017, tappa 5: bis di Gaviria a Messina, Mareczko secondo | Video

Bob Jungels resta in Maglia Rosa.

  • 13:25

    Parte la quinta tappa del Giro d’Italia 2017 da Pedara a Messina.

  • 13:27

    C’è un immediato tentativo di fuga da parte di Maciej Paterski della CCC Sprandi-Polkowice ed Evgeny Shalunov della Gazprom RusVelo.

  • 13:35

    Il gruppo ha lasciato andare la fuga. Certo che in due soltanto hanno davvero speranze praticamente nulle.

  • 14:05

    Il vantaggio dei battistrada è di 4’ 06”.

  • 14:25

    All’unico gpm di giornata ad Andronico-Sant’Alfio, di quarta categoria, Paterski ha transitato per primo davanti a Shalunov.

  • 14:29

    In testa al gruppo la Maglia Azzurra Daniel Teklehaimanot della Dimenino Data ha fatto lo sprint al gpm per prendere l’ultimo punto.

  • 14:33

    Il distacco dei due battistrada è sceso ora 3′ 25″.

  • 14:41

    Al termine della discesa il gap è leggermente salito, ora è di 3′ 32″.

  • 14:51

    Siamo a 100 km dal termine.

  • 15:18

    La Bahrain-Merida si mette in testa al gruppo, probabilmente solo per non correre rischi. Di certo a Nibali e compagni, che ieri si sono visti squalificare Xavier Moreno, non conviene sprecare energie.

  • 15:27

    A 75 km dal termine il distacco è di 3′ 02″.

  • 15:50

    Paterski transita per primo al traguardo volante di Taormina.

  • 15:55

    Gaviria ha vinto lo sprint del gruppo, ma poi ha forato e si è dovuto fermare.

  • 16:02

    A 50 km dal termine il distacco è di 3′ 26″.

  • 16:13

    La Lotto-Soudale di Greipel e l’Orica-Scotto di Caleb Ewan si danno da fare in testa al gruppo per andare a riprendere i due fuggitivi, che ora hanno un vantaggio sotto i tre minuti.

  • 16:18

    Paterski si aggiudica anche il traguardo volante di Roccalumera.

  • 16:21

    E anche questa volta Gaviria vince lo sprint del gruppo.

  • 16:22

    Siamo a 34 km dal termine e il gap è di 2′ 23″.

  • 16:29

    Dopo i traguardi volanti di oggi la Maglia Ciclamino passa virtualmente a Fernando Gaviria.

  • 16:32

    Il gruppo ha notevolmente incrementato il ritmo, probabilmente ha anche il vento a favore e ora ha ridotto il gap a un minuto e mezzo, quando mancano 25 km.

  • 16:41

    A poco più di 18 km dal termine solo 46″ di distacco. L’avventura di Paterski e Shalunov sembra avviata verso la conclusione, anche se i due stanno ancora dando davvero tutto.

  • 16:47

    A 15 km dal traguardo i due fuggitivi vengono ripresi dal gruppo e subito vediamo formarsi i treni delle squadre dei velocisti.

  • 16:50

    Ultimo 10 km, il gruppo va veloce, ora bisogna stare attenti soprattutto alle cadute.

  • 16:53

    Parlavamo di cadute… Rory Sutherland della Movistar è caduto ed è ancora fermo vicino all’ammiraglia. Lui comunque sta bene.

  • 16:53

    Il gruppo è nel circuito di Messina, tra poco ci sarà il primo passaggio sul traguardo. Va ripetuto solo una volta.

  • 16:56

    Al passaggio sul traguardo Luka Pibernik della Bahrain-Merida ha alzato le braccia! Forse pensava di aver vinto… Invece manca ancora un giro.

  • 16:59

    Ultimi 3 km! Treni dei velocisti in azione

  • 17:01

    Un chilometro e mezzo al traguardo, ritmo altissimo.

  • 17:01

    Siamo alla curva a U, anzi praticamente a O, che immette nel rettilineo finale bin prima posizione c’è Marco Marcato dell’UAE Team Emirates di Sacha Modolo.

  • 17:02

    Siamo allo sprint finale, è lotta tra ruote veloci!

  • 17:03

    VINCE FERNANDO GAVIRIA!!! È doppietta per lui dopo il trionfo a Cagliari. E conquista anche la Maglia Ciclamino.

  • 17:03

    Secondo è l’azzurro Jakub Marezko della Willier Triestina, terzo Sam Bennett della Bora-Hansgrohe.

Fernando Gaviria ha fatto il bis! Il colombiano della Quick-Step Floors si è aggiudicato la seconda tappa in volata, mettendo il suo sigillo anche a Messina dopo il successo di domenica scorsa a Cagliari, che aveva definito il più importante della sua carriera. E con la vittoria di oggi c’è anche la ciliegina sulla torta, ossia la Maglia Ciclamino che strappa ad André Greipel della Lotto-Soudal, oggi sono quarto. Il colombiano, infatti, è stato bravo per tutta la tappa, vincendo sempre lo sprint del gruppo nei due traguardi intermedi per poi imporsi di potenza al termine della frazione con una volata impeccabile, in cui ha resistito all’incedere di tutti gli altri velocisti. Al secondo posto si è piazzato un italiano, Jakub Mareczko della Willier Triestina, mentre terzo è Sam Bennet della Bora-Hansgrohe. Il compagno di Gaviria, Bob Jungels, resta ovviamente in Maglia Rosa (ed è anche la Maglia Bianca), mentre l’azzurra è sempre di Jan Polanc dell’UAE Team Emirates.
Oggi la fuga è stata animata da soli due corridori, Maciej Paterski della CCC Sprandi-Polkowice ed Evgeny Shalunov della Gazprom RusVelo, che hanno avuto un vantaggio massimo di circa quattro minuti e sono stati ripresi ai -15 km.

Ecco i primi dieci oggi al traguardo:

Il racconto della tappa Pedara-Messina

Presentazione della tappa Pedara-Messina

La quinta tappa del Giro d’Italia 2017 che si corre oggi, mercoledì 10 maggio, è classificata come frazione senza difficoltà, ma, come abbiamo visto anche in Sardegna, di fatto le difficoltà ci sono sempre e anche in Sicilia il vento la sta facendo da padrone ed è pronto a rendere insidiosi anche i percorso più semplici.

Oggi si va da Pedara a Messina e la prima parte del percorso è piuttosto mossa. Oltre al gpm di quarta categoria ad Andronico-Sant’Alfio al km 38,4, ci son anche altre salite non classificate come gpm ma che certamente affaticheranno i corridori, in particolare quella a Castiglione di Sicilia,dove tra l’altro la carreggiata si restringe.

I traguardi volanti li troviamo a Taormina, al km 98,2, in leggera salita, e a Roccalumera, al km 118,1. La parte finale è un circuito di 6,3 km a Messina da ripetere una volta. Da notare che nell’ultimo chilometro e mezzo c’è un’inversione a U che immette nel lungo rettilineo finale che ha la prima parte in leggera discesa.

Non dovrebbero esserci pericoli per la Maglia Rosa Bob Jungels e la sua squadra, la Quick-Step Floors, sarà chiamata a fare la corsa anche per Fernando Gaviria, che, dopo aver conquistato a Cagliari quella che ha definito la vittoria più importante della sua carriera finora, sicuramente andrà a caccia del bis, ma lo stesso farà la Maglia Ciclamino André Greipel della Lotto-Soudal, mentre Giacomo Nizzolo della Trek-Segafredo ha una buona chance di raccogliere la sua prima vittoria al Giro d’Italia: ricordiamo infatti che il campione italiano, pur essendosi aggiudicato due volte la classifica a punti, non ha ancora vinto tappe, anche se l’anno scorso, proprio nell’ultima frazione a Torino, riuscì a imporsi, ma la giuria gli tolse il successo per una irregolarità.

La tappa di oggi si può vedere come sempre in diretta tv su RaiSport+HD e poi su Raidue e su Eurosport, mentre in streaming si può guardare tramite il sito web ufficiale di RaiSport, RayPlay ed Eurosport Player. Qui su Blogo potrete seguire il liveblogging.

Pedara-Messina: altimetria e planimetria

I Video di Blogo.it

Ultime notizie su Giro d'Italia

giro italia 2020

Tutto su Giro d'Italia →