Rugbymercato: Rovigo, addio a Bacchetti e Reato

Due bandiere dei rossoblu non rinnoveranno il contratto, prendendo una scelta di vita che va oltre lo sport.

Due bandiere rossoblu dicono addio. Due promesse del rugby azzurro che, per diversi motivi, non sono riusciti a salire sul treno giusto. Due emblemi del falso professionismo dell’eccellenza italiana. Andrea Bacchetti e Tommaso Reato non vestiranno più la maglia del Rovigo l’anno prossimo. Entrambi spinti dalla decisione di cambiare vita. Dentro e fuori il campo.

Come scrive stamani Andrea Nalio sulle pagine del Resto del Carlino, infatti, l’ala e la seconda linea rossoblu non faranno parte della squadra che guideranno Pippo Frati e Andrea De Rossi. “Mi sono rassegnato all’idea che Andrea Bacchetti voglia andare alle Fiamme Oro e riguardo il capitano Tommaso Reato, mi risulta che abbia poca intenzione di continuare e rimettersi in gioco – le parole del presidente Zambelli, che continua –. Ci troveremo e discuteremo della situazione, ma pare che Tommaso sia orientato a smettere di giocare”.

Insomma, Bacchetti e Reato (24 e 29 anni) guardano oltre alla carriera sportiva e sono pronti a prendere due strade professionali ben precise. Per la seconda linea un addio al rugby giocato, che lo ha visto vestire anche la maglia azzurra, mentre per l’ala un futuro sportivo legato a doppio filo con un futuro professionale nella polizia di Stato. Due rodigini doc che salutano, due pagine della storia recente rossoblu che si chiudono.

credit image by Getty Images

RUGBY 1823 è anche su @Facebook @Twitter e @Google +

I Video di Blogo