Pioli: “Terzo posto? Non poniamoci limiti”

Marcia di avvicinamento ad Inter – Sampdoria, match del lunedì che chiude il programma della giornata di campionato ed apre il nuovo, decisivo mese, per i nerazzurri di Pioli. L’allenatore è stato costretto a lavorare a ranghi ridotti per la pausa delle nazionali, ma appare ottimista:Chi è rimasto ad Appiano ha lavorato bene, abbiamo recuperato

Marcia di avvicinamento ad Inter – Sampdoria, match del lunedì che chiude il programma della giornata di campionato ed apre il nuovo, decisivo mese, per i nerazzurri di Pioli. L’allenatore è stato costretto a lavorare a ranghi ridotti per la pausa delle nazionali, ma appare ottimista:

Chi è rimasto ad Appiano ha lavorato bene, abbiamo recuperato energie. Chi è stato in nazionale ha dovuto viaggiare però sono tutti in buone condizioni fisiche e soprattutto mentali. Il fatto di giocare lunedì ci permette di avere altri due giorni per recuperare e preparare bene la partita. La Samp è una squadra che gioca bene, noi dobbiamo puntare sulle nostre qualità e ad avere molta grinta. Abbiamo solamente un obiettivo: giocare bene e vincere tutte le partite, a prescindere dai risultati dei nostri avversari. L’obiettivo è dare il massimo e vincere tutte le partite, pensando sempre e solo alla prossima, migliorandoci nelle situazioni di gioco dove ancora dobbiamo farlo. Abbiamo una buona base, fatta di atteggiamenti e di identità e su di essa dobbiamo perfezionare il nostro livello di gioco.

Ma quali sono gli obiettivi per questa Inter? Certamente l’Europa League, ma senza porsi limiti:

I bilanci vanno fatti a fine stagione, ora è il momento di rimanere concentrati. Mancano 9 gare, meno di due mesi alla fine, dobbiamo finire al meglio anche in vista della prossima stagione. Ripeto, rimaniamo concentrati sul presente, in futuro ci sarà tempo per pensare ad altro, come al mercato. Non dobbiamo porci limiti, dobbiamo pensare di poter vincere ogni partita perché ne abbiamo le qualità. Se vinceremo tutte le partite potremo sperare di ottenere un grande risultato, dando il massimo per ottenere il massimo. La squadra adesso conosce i concetti per stare in campo ma possiamo migliorare ancora in fase di costruzione, finalizzazione e di non possesso palla.