Sars: nuovi casi in Europa, allarme dell’Oms

Dagli Emirati Arabi alla Francia, dalla Gran Bretagna alla Germania: ricompare il virus che nel 2003 fece tanta paura.

L’Organizzazione mondiale della sanità rilancia l’allarme Sars. Il virus si è diffuso negli Emirati Arabi Uniti, causando 18 vittime e oltre 30 contagiati. Ma nuovi casi sono stati registrati anche in Europa. L’Oms fa sapere che il coronavirus si propaga da persona a persona, con contatti stretti. 

L’Oms consiglia quindi “particolari misure di protezione speciale nei punti d’ingresso dei viaggiatori dall’estero e non raccomanda misure di restrizioni di viaggio o di commercio”. Almeno per ora. L’Organizzazione chiede inoltre maggiore vigilanza sui casi di infiammazioni acute alle vie respiratorie. 

“Gli operatori sanitari sono invitati a essere attenti alle condizioni di salute dei viaggiatori di ritorno dalle zone colpite dal virus”. In particolare, per chi contrae infezioni alla vie respiratorie inferiori. 

Come detto, in Europa sono ricomparsi i primi casi: due in Francia. La seconda persona contagiata aveva condivisio la camera d’ospedale con il primo malato della nuova Sars. Sono entrambi a Lille, in isolamento. Prima della Francia, il virus era stato segnalato in Gran Bretagna e in Germania. Nel 2003, in Cina, un’epidemia di Sars portò alla morte di 800 persone. Questo secondo virus differisce dal primo e provoca un’insufficienza renale rapida.

Foto | © Getty Images