Caso Claps: le autorità del Dorset imputano Danilo Restivo per l’omicidio della sarta Heather Barnett

Mercoledì vi abbiamo comunicato il fermo di Danilo Restivo da parte delle autorità del Dorset, in Inghilterra, in relazione all’omicidio della sarta 48enne Heather Barnett, massacrata nella sua abitazione nel novembre del 2002.In passato Restivo era già stato fermato due volte e in entrambe le occasioni era stato rilasciato. Stavolta no, le autorità hanno capito


Mercoledì vi abbiamo comunicato il fermo di Danilo Restivo da parte delle autorità del Dorset, in Inghilterra, in relazione all’omicidio della sarta 48enne Heather Barnett, massacrata nella sua abitazione nel novembre del 2002.

In passato Restivo era già stato fermato due volte e in entrambe le occasioni era stato rilasciato. Stavolta no, le autorità hanno capito di avere elementi sufficienti per imputare Restivo per l’omicidio della donna.

Oggi, come spiegato dal procuratore Alastair Nisbet,

Danilo Restivo comparirà davanti al tribunale di Bournemouth. Secondo le procedure introdotte nel febbraio di quest’anno, Restivo sarà sottoposto a regime di custodia cautelare presso la Crown Court di Winchester. Lunedì della prossima settimana, un giudice stabilirà se dovrà restare in regime di custodia sino al processo.


Le indagini proseguono e non solo per quanto riguarda l’omicidio della Barnett. Restivo, infatti, è sospettato anche di aver ucciso una studentessa sudcoreana, Jong-ok Shin, e la 27enne Erika Ansermin, ragazza aostana di origini sud coreane, scomparsa nei dintorni di Aosta il 23 aprile del 2003.

Poi c’è la morte di Elisa Claps, la ragazza di 16 anni i cui resti sono stati trovati nel sottotetto della chiesa della Santissima Trinita’ di Potenza il 17 marzo scorso. Anche in questo caso Restivo resta il principale sospettato.

Ultime notizie su Inchieste e processi

Tutto su Inchieste e processi →