Milano: lascia la figlia al bowling per andare al bar con gli amici

La 43enne cittadina marocchina è stata denunciata dalla polizia per abbandono di minore. Se rifarà una cosa simile, perderà la custodia della figlia.

Nell’ultima settimana l’aveva fatto spesso. Andava al bowling, lasciava la figlia di tre anni e mezzo e veniva a riprenderla diverse ore dopo. Un comportamento che non poteva non insospettire dipendenti e proprietaria del locale che ieri sera, intorno alle 21.30, ha chiamato la polizia.

Il bowling si trova a Milano, in via D’Agrate, zona Corvetto. Ieri sera, la bimba è stata trovata dagli agenti mentre si aggirava a piedi nudi per le piste e le sale del locale. La proprietaria ha raccontato che da circa una settimana, la mamma teneva lo stesso comportamento. E ieri, mentre la polizia stava facendo l’accertamento, è tornata al bowling proprio la madre.

E’ una cittadina marocchina di 43 anni, che è stata bloccata e ha raccontato ai poliziotti di aver escogitato questo stratagemma per poter essere libera di uscire con gli amici e di andare al bar con loro. Ora, la donna è indagata per abbandono di minore. Nonostante abbia detto di non aver abbandonato la figlia, visto che in quel bowling la conoscevano tutti (tesi smentita dai testimoni).

Se la 43enne dovesse ripetere un comportamento simile, non solo verrà denunciata, ma perderà anche la custodia della figlia. Inoltre, ai controlli, è risultata leggermente ubriaca e irregolare sul territorio italiano.

Foto | © Getty Images