Rugby & Regole: Lo Cicero “Bene il nuovo ingaggio, ma…”

Il pilone del Racing Métro e dell’Italia racconta a Rugby 1823 come vede la nuova rivoluzione dell’Irb sulle regole d’ingaggio e la mischia.

Cambia la mischia chiusa, cambiano le regole d’ingaggio e sono iniziati i dibattiti e le polemiche sulle ultime (ennesime) novità introdotte dall’Irb. Ma cosa ne pensano i diretti interessati? Rugby 1823 ha sentito Andrea Lo Cicero che, dalla sua lunga esperienza, dice la sua sulla nuova rivoluzione ovale.

Ciao Andrea, l’Irb ha deciso di sperimentare nuove regole d’ingaggio in mischia. Come vedi questa riforma? Da pilone come credi possa influire sul vostro fisico e sulla mischia e, dal punto di vista dell’appassionato, credi che si stia snaturando il rugby o no?
La prima cosa da dire è che da pilone, con questa regola, posso giocare altri dieci anni (ride, ndr.). No, a parte gli scherzi, gli impatti sono sicuramente meno violenti e dal punto di vista della sicurezza è un fatto molto positivo. Come organizzazione della mischia non credo che cambi molto. Sta alla bravura e alla furbizia del pilone di prendere la posizione bene e a non permettere all’altro pilone, in quel breve istante d’ingaggio, di trovare la posizione migliore. Si torna, almeno mi sembra, un po’ alle mischie come c’erano negli anni ’60.

Negli ultimi anni è cambiata spesso la regola d’ingaggio. L’Irb studia quasi annualmente modifiche. Come giocatori come vivete queste continue novità?
Si nota il fatto che l’Irb non ci capisca molto, perché se in tre anni ha cambiato le regole tre volte vuol dire che ancora non sono riusciti a trovare una soluzione adatta per il rugby a XV, dove la rimessa da mischia ordinata è fondamentale.

Se fossi nella commissione Irb, avresti proposte da portare avanti per garantire maggior sicurezza e/o maggior spettacolo?
Se venissi interpellato sicuramente qualche idea la posso dare, avendo giocato tanti anni ad alto livello, ma non penso che vengano a cercare me o qualche altro giocatore. Loro vedono a modo loro come applicare le regole come meglio credono. Quel che è certo è che il rugby è bello, ma per i piloni oggi è un po’ meno bello perché ci sono continui reset e l’arbitro non capisce sempre bene cosa succede. Ma la prova di forza, cioè la mischia chiusa, dev’esserci nel rugby a XV.

credit image by Getty Images

RUGBY 1823 è anche su @Facebook @Twitter @Google+

I Video di Blogo