British & Irish Lions Tour: gaffe su Twitter, tra suicidi e testicoli appesi

Nel giro di poche ore due figuracce di comunicazione hanno fatto imbarazzare i Leoni britannici.

Due tweet inopportuni nel giro di pochi giorni. Due battute infelici che hanno scatenato le polemiche del cosiddetto “popolo del web” tanto amato dai colleghi e che hanno obbligato i British & Irish Lions a chiedere scusa e a cancellare i cinguettii incriminati. Un primo “in avanti” comunicativo per i Leoni.

Mancavano poche ore all’annuncio dei convocati da parte di Warren Gatland e sulla pagina ufficiale dei B&I Lions si legge “Se sei un giocatore che aspetta di vedere in TV alle 11 se siete nella squadra dei @lionsofficial come ti senti? Eccitato, nervoso – pronto al suicidio?”. In poco tempo diverse risposte facevano capire come il riferimento al suicidio non fosse proprio… azzeccato.

Il giorno dopo, non contenti, ecco che i responsabili della comunicazione sui social network dei British & Irish Lions pubblicano, sempre su Twitter, la foto di un’antilope (o così sembra) con i genitali infilzati a uno steccato e la scritta “Non è questo quello che i @lionsofficial hanno fatto agli Springboks nel terzo Test a Johannesburg in 2009? @qantaswallabies siete avvisati!”. Insomma, non proprio un esempio di stile british, non c’è che dire. E, ancora una volta, polemiche e critiche si sono sprecate su Twitter. 

Obbligata, dunque, la marcia indietro e le scuse. Oggi, sempre sulla pagina ufficiale di Twitter dei Lions, un cinguettio per chiedere scusa @lionsofficial vorrebbero chiedere scusa se qualcuno si è offeso per i recenti, e inappropriati, tweet”. E per fortuna che solo settimana scorsa il tour manager Andy Irvine avesse detto che c’era un protocollo da seguire per i giocatori sui social network, perché “oggigiorno puoi fare un errore e fare il giro del mondo in pochi secondi”. Ecco, appunto.

RUGBY 1823 è anche su @Facebook @Twitter e @Google +

I Video di Blogo