Terremoto 4 maggio 2013: scossa di 3.8 gradi in provincia di Ferrara

Vicini all’epicentro i comuni di Mirabello, Vigarano Mainarda e Bondeno.

In provincia di Ferrara alle ore 7.11 si è verificata una scossa di terremoto con magnitudo 3.8 ad una profondità stimata intorno agli 8 km.

Come leggiamo sul Corriere la Protezione Civile ha fatto sapere che l’evento sismico “è stato nettamente avvertito” dalla popolazione e sta ancora effettuando verifiche su eventuali danni a persone e cose.

Sono vicini all’epicentro i comuni di Mirabello, Vigarano Mainarda e Bondeno.

Intanto ieri l’Emilia Romagna è stata flagellata dal maltempo: su diversi comuni del modenese si è abbattuta nel pomeriggio una violenta grandinata con chicchi grandi come noci, e in alcuni casi, anche con diametro di 20-25 centimetri.

Spiega il Corriere che la perturbazione ha portato con sé anche una violenta tromba d’aria che si è abbattuta nella zona di Castelfranco Emilia, colpendo anche la frazione di Sant’Agata Bolognese e spostandosi nella parte nord della provincia di Bologna (tra Argelato e San Pietro in Casale). La Protezione Civile ha allungato l’allerta meteo fino a lunedì. Nelle prossime ore il tempo sarà variabile, e domenica ci sarà un peggioramento.

A causa del maltempo si sono verificati disagi sulle linee ferroviarie: sulla linea Bologna-Padova, fra le stazioni di Castelmaggiore e San Giorgio di Piano, un albero è caduto sui binari.