Ikea in India: svolta storica, arriva il gigante svedese

Il governo ha autorizzato l’apertura di 10 punti vendita in 10 anni, poi sorgeranno altri 15 negozi nelle principali città indiane.

Storica svolta economica in India. Il governo di New Delhi ha infatti dato il via libera all’ingresso nel Paese del gruppo Ikea. Secondo gli accordi, in dieci anni il gruppo svedese aprirà altrettanti punti vendita in India per un’operazione da 1,95 miliardi di dollari. Ma questa sarà solo la prima fase dell’invasione svedese; poco alla volta, infatti, verranno aperti altri 15 negozi in modo da presidiare tutte le principali città indiane.

Anand Sharma, ministro del Commercio e dell’Industria, ha parlato con enfasi dell’accordo raggiunto in uno Stato che protegge i prodotti autoctoni: si tratta del più grande investimento estero nel settore retail mai autorizzato dal governo indiano. 

Trattandosi di un investimento superiore ai 266 milioni di dollari, l’approvazione definitiva è dovuta passare dal Cabinet committee on economic affairs, un organismo presieduto dal primo ministro Manmohan Singh. Che ha inaugurato una nuova politica che tende ad attrarre investitori stranieri, dopo anni in cui qualunque iniziativa di questo genere veniva osteggiata dalle opposizioni.

Il presidente e ceo del gruppo Ikea, Mikael Ohlsson, ha annunciato che l’ingresso della catena in India prelude a “un ulteriore incremento del sourcing locale, sia accrescendo il volume degli acquisti dai fornitori attuali, sia instaurando nuovi rapporti commerciali”.

Foto | © Getty Images