Napoli, il messaggio di Sarri a De Laurentiis: “Insigne e Mertens devono rinnovare, altrimenti…”

Maurizio Sarri ha mandato un messaggio a De Laurentiis sul fronte rinnovi: “Questi due ragazzi sono due simboli di questo ciclo del Napoli”

I rinnovi di Insigne e Mertens sono un tema caldissimo in casa napoletana. Le parti stanno trattando, ma ancora non c’è stata l’accelerazione decisiva per scoraggiare le varie pretendenti dei due attaccanti tascabili di Maurizio Sarri. Il tecnico, solitamente ‘aziendalista’, mai propenso ad interferire nelle manovre della società, ha fatto un’eccezione per Insigne e Mertens invitando la proprietà ad impegnarsi di più sul fronte rinnovi: “Questi due ragazzi sono due simboli di questo ciclo del Napoli e se si continua con questo ciclo è giusto che ci siano ancora, se no va considerato chiuso questo ciclo“.

Maurizio Sarri è molto affezionato a questo gruppo di giocatori ed è orgoglioso del lavoro che stanno facendo in questa stagione: “Abbiamo fatto bene per tutta la partita, anche nel primo tempo dove ci è mancato un po’ di veleno per segnare. La partita però era nostra e con un po’ di pazienza ne siamo venuti fuori. L’Udinese veniva da cinque risultati utili consecutivi e battere questa squadra non era una cosa così semplice e scontata. Questo è un gruppo di ragazzi a posto e quindi è facile anche coinvolgerli in un’idea di gioco. Forse a volte lo facciamo anche troppo perché quando usciamo dallo spartito ci perdiamo un po’, ma sono ragazzi che mi danno grande soddisfazione. E poi ora mi sembrano in crescita sotto il profilo della personalità e questo mi fa essere molto fiducioso“.

Oggi il Napoli ha fatto un grande passo in avanti nella lotta per il secondo posto portandosi a -2 dalla Roma di Spalletti. Maurizio Sarri vuole continuare su questa strada nella speranza di poter festeggiare al termine della stagione: “Le tabelle lasciano il tempo che trovano perché poi se fai un risultato diverso a quello che avevi previsto non puoi smettere di giocare. Se pensiamo a una gara alla volta e scendiamo in campo con la voglia di prendere punti in queste ultime gare, forse la classifica ci premierà ma non dipende solo da noi. Più brillanti ora senza le coppe? Solitamente dopo la Champions non abbiamo fatto malissimo, la media punti è di poco inferiore all’altra. Abbiamo meno giocatori con tantissimi minuti nelle gambe e in questo momento stanno giocando calciatori con un ottimo livello di brillantezza e spero possano continuare così fino alla fine“.