Rugby, Campese: “Le donne non dovrebbero scrivere di sport”

Il tweet offensivo di David Campese: “Why does the SMH get a girl to write about rugby. Growden who was a great jornio [sic] and now we have someone who has no idea about the game.!” Tradotto: “Perché una ragazzina deve scrivere di rugby? Le donne non hanno idea di cosa sia questo sport”

Il rugby non è un sport per femminucce“. E’ questo il pensiero di David Campese, ex giocatore della nazionale australiana di Rugby di chiare origini italiane. L’ex estremo, che ha giocato anche in Italia con il Petrarca Rugby e l’Amatori Milano vincendo in tutto 5 campionati, ha manifestato su twitter il proprio disappunto dopo la decisioni del Sydney Morning di sostituire Greg Growden, andato in pensione dopo una brillante carriera, con la giovane collega Georgina Robinson.

Secondo Campese la Robinson non dovrebbe poter parlare di rugby proprio in quanto donna, perché non riuscirebbe a capirne le dinamiche: “Perché una ragazzina deve scrivere di rugby? Le donne non hanno idea di cosa sia questo sport“.

Naturalmente questo commento di Campese ha scatenato immediatamente un putiferio, facendo indignare molti giornalisti, donne e uomini indistintamente, ma anche tanti giocatore ed appassionati di rugby rimasti esterrefatti. Quando Campese si è reso conto di aver fatto una pessima figura ha cercato di correre ai ripari cancellando il tweet, anche se ormai era troppo tardi perché più di qualcuno aveva già fatto uno “screenshot” e diffuso l’immagine su internet.

Ancora una volta twitter ha dimostrato di essere un’arma a doppio taglio per il vip o lo sportivo di turno che non riflette attentamente prima di scrivere. Campese avrebbe fatto decisamente meglio a scusarsi con Robinson invece di eliminare le prove del suo commento sessista. Pronta la reazione di David Pocock, attuale giocatore della nazionale australiana, che senza mezzi termine ha preso le distanze dal modo di pensare di Campese: “E’ davvero triste vedere dei giornalisti attaccati per il loro genere. O una donna adulta chiamata ‘ragazzina’

I Video di Blogo

La Catalogna non si arrende. Mas: il no di Madrid al referendum non ci ferma