Agente Gabigol: “L’Inter ha umiliato un campione”

Lo sfogo del procuratore

Il futuro di Gabriel Barbosa Almeida, inarte Gabigol, sarà con ogni probabilità lontano dall’Inter. Sbarcato a Milano e presentato in pompa magna lo scorso 22 settembre, i tifosi pensavano di aver accolto il “nuovo Ronaldo”. Pagato esattamente come un top player, ossia 30 milioni di euro, fin qui il centravanti brasiliano è rimasto un oggetto misterioso, fatto salvo un gol a porta libera contro il Bologna. Pioli, esattamente come De Boer prima di lui, non lo tiene praticamente in considerazione e questo ne ha fatto inevitabilmente abbassare le quotazioni di mercato.

Non secondo il suo agente, però, che sfogandosi proprio contro il club nerazzurro, lascia intendere che sul suo assistito ci siano grandi club di Spagna, Inghilterra e anche Italia. Prima che arrivasse l’Inter, si era parlato di Gabigol anche in chiave Juve, ma ad oggi è assai difficile fare ipotesi. Quel che è certo, secondo Wagner Ribeiro, è che l’Inter ha umiliato l’ex Santos: “Magari deve ancora migliorare dal punto di vista tattico – dichiara l’agente di Gabigol a ‘Estadio Interativo’ – ma è stato umiliato sotto tre aspetti: quello fisico, morale e psicologico. E’ arrivato da campione olimpico e non ha avuto molte chances, questo è inaccettabile”.

Dopo aver vinto le Olimpiadi con il Brasile, infatti, Barbosa si attendeva un futuro radioso in Italia, invece è finito sostanzialmente nel dimenticatoio. I social network pullulano dei video delle sue gesta in allenamento o contro formazioni giovanili, ma le apparizioni in prima squadra si contano sulle dita di una mano. “E’ stato pagato tanto – continua il procuratore di Gabigol – e pensava di potersi giocare una maglia nonostante la folta concorrenza. Ho già parlato con l’Inter a gennaio e lo farò ancora: se non gioca andrà in un altro top club. Ci sono squadre interessate in Italia, Inghilterra e Spagna”, conclude.