Omicidio del piccolo Gabriel: al via l’udienza preliminare per Elizabete Petersone e Paolo Arrigo

E’ passato quasi un anno da quando il piccolo Gabriel, di appena 17 mesi, morì ad Imperia in seguito alle gravi lesioni riportate dopo le percosse subite da parte della madre Elizabete Petersone e del compagno Paolo Arrigo.Oggi, come previsto dal calendario, è iniziata al Palazzo di Giustizia ad Imperia l’udienza preliminare a carico della


E’ passato quasi un anno da quando il piccolo Gabriel, di appena 17 mesi, morì ad Imperia in seguito alle gravi lesioni riportate dopo le percosse subite da parte della madre Elizabete Petersone e del compagno Paolo Arrigo.

Oggi, come previsto dal calendario, è iniziata al Palazzo di Giustizia ad Imperia l’udienza preliminare a carico della madre del piccolo, Elisabete Petersone, 21 anni, e del suo ex fidanzato, Paolo Arrigo, 25 anni.

Entrambi sono accusati di omicidio preterintenzionale in concorso e mentre Arrigo è detenuto agli arresti domiciliari, la Petersone si trova in carcere.

A questo proposito il suo legale, Paolo Celli, ha fatto sapere che chiederà al Gup Favalli gli arresti domiciliari anche per la sua assistita, preferibilmente “in una canonica di Sanremo che riteniamo idonea“.

I due, fino ad oggi, si sono sempre accusati a vicenda e per questo motivo non sarà facile stabilire le responsabilità di ciascuno.

La difesa della donna, che verrà processata col rito abbreviato, sostiene che dall’indagine è emersa la sua totale estraneità e quindi il loro obiettivo è “ottenere l’assoluzione piena“.

La Petersone ha dichiarato di aver visto Arrigo sferrare un calcio al piccolo Gabriel e la difesa cercherà di sostenere che quel gesto sia stato letale per il bimbo.

Il legale di Arrigo, Maurizio De Nardo, cercherà invece di dimostrare che il piccolo era gia’ morente prima che il suo assistito entrasse in casa da Elizabete.

Via | Riviera24

Ultime notizie su Inchieste e processi

Tutto su Inchieste e processi →