Europee 2009: diario elettorale

Italiani fannulloni. Anche in Europa. Brunetta – tranquilli – stavolta non c’entra. E’ il quotidiano “Le Figaro” a tirare le orecchie agli eurodeputati made in Italy. Ieri ha pubblicato un lungo pezzo mettendo all’indice i nostri 72 parlamentari e adottando per l’occasione l’espressione tanto cara al ministro della Funzione Pubblica.Secondo il giornale francese battiamo tutti

Italiani fannulloni. Anche in Europa. Brunetta – tranquilli – stavolta non c’entra. E’ il quotidiano “Le Figaro” a tirare le orecchie agli eurodeputati made in Italy. Ieri ha pubblicato un lungo pezzo mettendo all’indice i nostri 72 parlamentari e adottando per l’occasione l’espressione tanto cara al ministro della Funzione Pubblica.

Secondo il giornale francese battiamo tutti i record: “i più pagati, i meno assidui e i più distratti”. Se però la questione delle presenze non è una novità (e sulla distrazione possiamo anche sorvolare: come si fa a dimostrarlo?) , l’aspetto economico diventa particolarmente interessante da chiarire. Perchè se un deputato tedesco o britannico incassa 84 mila euro e un francese 63 mila, un italiano ne porta a casa ben 150 mila.

Certo, la differenza fra gli stipendi degli eurodeputati delle diverse nazionalità – ti spiega l’Apcom – dipende dal fatto che la loro remunerazione è equiparata a quella dei parlamentari nazionali. Ma, ciò vuol dire che deputati e senatori del Bel Paese sono, dunque, i più pagati di tutta l’Unione Europea. Un vero vanto. Non c’è che dire.