Autobomba a Times Square, torna paura attentati a New York: “atto di terrorismo”

Paura a Times Square, nel cuore di Manhattan, a New York. È stato un venditore ambulante di t-shirt ad accorgersi intorno alle 18,30 di ieri che dalla parte posteriore di un Suv parcheggiato nella Quarantacinquesima strada, all’incrocio con la Settima, usciva del fumo. Immediato è scattato l’allarme. Tutta la zona è stata passata al setaccio,

di remar


Paura a Times Square, nel cuore di Manhattan, a New York. È stato un venditore ambulante di t-shirt ad accorgersi intorno alle 18,30 di ieri che dalla parte posteriore di un Suv parcheggiato nella Quarantacinquesima strada, all’incrocio con la Settima, usciva del fumo. Immediato è scattato l’allarme.

Tutta la zona è stata passata al setaccio, evacuata e isolata. All’interno del veicolo, un Nissan Pathfinder con targa rubata del Connecticut, lasciato con le luci d’emergenza e il motore accesi, gli artificieri hanno trovato tre serbatoi di propano, due taniche di benzina, due orologi a batteria (che forse dovevano servire da timer), fuochi d’artificio e una scatola di metallo chiusa.

Un ordigno esplosivo rudimentale, poi disinnescato dagli artificieri quando in Italia era passata da 30 minuti la mezzanotte. Il sindaco Bloomberg ha detto che è stata evitata una potenziale strage mentre il governatore dello Stato David Paterson ha parlato chiaramente di un “atto di terrorismo”. Ancora presto per capirne la matrice.

Due funzionari federali, come riporta la CNN, hanno dichiarato di non avere ancora elementi per poter dire se nel potenziale attentato possano essere coinvolti terroristi legati ad Al Quaeda o a un altro gruppo terroristico. Non ancora del tutto chiaro nemmeno come la bomba sarebbe dovuta esplodere.

L’allarme per la sicurezza nazionale intanto questa mattina era rimasto a livello “giallo” (elevato). Sul fronte indagini un testimone ha raccontato agli investigatori di avere visto un uomo parcheggiare il veicolo, il cui numero di telaio è stato cancellato, e allontanarsi in tutta fretta a piedi.

Una mano alla polizia potrebbe arrivare dalle immagini delle telecamere di sorveglianza. La targa rubata apposta all’auto apparteneva ad un pick up rottamato dal suo proprietario a Bridgeport. L’uomo è stato già ascoltato e ritenuto credibile dagli agenti che ora stanno cercando di rintracciare lo sfasciacarrozze titolare del deposito.

Pamela H. era da McDonald’s quando gli agenti sono entrati per evacuare il locale:

“Ci hanno detto di uscire e andare dritto per la 47esima strada”.”Nessuno aveva paura. I poliziotti non erano sconvolti e nememno al gente in strada, Eravamo tutti solo perplessi”.

Il capo della polizia di New York ha detto che l’obiettivo era creare “una palla di fuoco”. Intanto dopo la rimozione del Pathfinder da parte degli artificieri, Times Square è stata riaperta.

Foto | The New York Times

I Video di Blogo