Roberta Ragusa: trovati gli oggetti gettati via dal marito Antonio Logli

Il settimanale Oggi pubblica le immagini che ritraggono Antonio Logli, marito di Roberta Ragusa, gettare gli effetti personali della donna.

Importanti novità nel giallo della scomparsa di Roberta Ragusa, svanita nel nulla dalla sua casa di Gello di San Giuliano Terme (Pisa) nella notte a cavallo tra il 13 e il 14 gennaio 2012. Sono stati effettivamente ritrovati gli oggetti scomparsi appartenuti alla vittima, come trapelato nei giorni scorsi, ma la novità è un’altra.

Quegli effetti personali, come riferisce in esclusiva il settimanale Oggi, sarebbero stati recuperati in un cassonetto alla periferia di Pisa, a due passi dall’abitazione in cui vive l’amante di Antonio Logli, marito di Roberta. A gettarli, ci sono foto che lo provano, è stato proprio lo stesso Logli, già indagato per omicidio volontario e occultamento di cadavere.

A scoprirlo, il 10 marzo scorso, sono stati due fotografi del settimanale, che hanno notato il comportamento strano di Logli ed hanno deciso di seguirlo e documentare la sua attività a suon di fotografie. Gli oggetti – biglietti, quaderni, appunti e capi di vestiario – sono stati prontamente recuperati e consegnati alle autorità che li utilizzeranno come riterranno più opportuno.

Allo stato attuale delle indagini, però, questo dovrebbe complicare in alcun modo la situazione di Logli, già indagato e ormai ad un passo dall’essere interrogato per la prima volta proprio come indagato. L’uomo dovrebbe essere sentito già la settimana prossima, subito dopo Pasqua. Che la svolta sia davvero dietro l’angolo?

Antonio Logli, intanto, continua a dichiararsi innocente e estraneo alla vicenda e si è detto pronto a rispondere alle domande del pm, sicuro di avere dalla sua parte diverse persone pronte a testimoniare in suo favore.

Ultime notizie su Cold Case

Tutto su Cold Case →