Addio a Rossana Rossanda: la fondatrice de “Il Manifesto” aveva 96 anni

Rossana Rossanda, fondatrice de “Il manifesto” ed ex dirigente del PCI tra gli anni ’50 e ’60, è deceduta nella notte a Roma all’età di 96 anni.

Rossana Rossanda, fondatrice de “Il manifesto” ed ex dirigente del PCI tra gli anni ’50 e ’60, è deceduta nella notte a Roma all’età di 96 anni. A darne notizia con un tweet è stato lo stesso quotidiano comunista:

Classe 1924, Rossana Rossanda fu eletta alla Camera dei Deputati nel 1963 dopo aver militato per anni nel PCI. Insieme a Luigi Pintor, Valentino Parlato e Lucio Magri contribuì alla nascita del giornale il manifesto, di cui fu direttrice per anni.

Il suo addio al giornale risale al novembre 2012, quando lamentò pubblicamente l’indisponibilità al dialogo da parte del gruppo redazionale: “Noi, nel nostro piccolo di gente che non mira a essere deputato, abbiamo detto che siamo per un’Europa che faccia abbassare la cresta alla finanza, unifichi il suo disorientato fisco, investa sulla crescita selettiva ed ecologica, non solo difenda ma riprenda i diritti del lavoro. Non piacerà a tutti. Ma chi ci sta?

Il Manifesto ha annunciato oggi che l’edizione di domani del giornale renderà omaggio Rossana Rossanda con un’edizione speciale.

I Video di Blogo

Video: punto stampa di Conte a Cerignola