UK, fino a 10mila sterline di multa per chi violerà l’auto-isolamento

Boris Johnson annuncia nuove sanzioni per chi violerà l’auto-isolamento in caso di positività al COVID-19 o vicinanza a contatti risultati positivi.

La curva dell’epidemia di COVID-19 sta risalendo in modo preoccupante anche in Inghilterra – 4.422 nuovi casi e 27 morti nelle ultime 24 ore – e il governo di Boris Johnson, incapace fin dall’inizio di gestire la situazione tra negazionismo e mancanza di polso, ha deciso di introdurre pesanti sanzioni per chi si rifiuterà di restare in auto-isolamento dopo un potenziale contatto con una persona positiva.

A partire dal 28 settembre prossimo chi risulterà positivo al COVID-19 o risulterà essere uno stretto contatto di una persona positiva potrà essere multato fino a 10mila sterline in caso di violazione dell’auto-isolamento.

Le multe partiranno da 1.000 sterline e potranno arrivare fino a 10mila sterline nel caso di ripetuta violazione. Il premier Boris Johnson, nell’annunciare la stretta, ha spiegato:

Nessuno deve sottovalutare l’importanza di questo aspetto. Le nuove regole stabiliscono che siete obbligati a restare a casa se avete il virus o se siete stati invitati a farlo dal sistema di test e tracciamento del Servizio Sanitario Nazionale. Le persone che scelgono di ignorare le regole rischiano importanti sanzioni. Dobbiamo fare tutto il possibile per controllare la diffusione di questo virus e salvare vite.

Chi, invece, si trova in difficoltà economiche ed è costretto a rimanere a casa perché positivo o perché entrato in contatto con una persona positiva, riceverà un contributo una tantum di 500 sterline. Le nuove norme fissano anche sanzioni per i datori di lavoro che puniscono i dipendenti che decidono di rispettare l’auto-isolamento.