Conte: “Se perdiamo partita del Recovery Fund mandateci a casa”

Giuseppe Conte è stato oggi a Norcia per fare visita ad una nuova scuola: il premier ha ringraziato gli studenti per la pazienza

Il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, è stato oggi a Norcia in visita. Il premier ha fatto a sorpresa visita ad una nuova scuola superiore temporanea, la “De Gasperi- Battaglia”. “Eravate in attesa di un nuovo istituto. Mi avete chiesto un impegno ed è nato un percorso fatto insieme grazie a uno sforzo collettivo. Siete doppiamente sofferenti per il sisma e per la pandemia – ha continuato – Questi sono i giorni della ripartenza”.

Rivolgendosi direttamente agli studenti, Conte ha garantito loro il massimo sforzo, dopo essersi occupato in prima persona del progetto dell’istituto di Norcia. La preside Rosella Tonti ed una delegazione di alunni e docenti si era recata addirittura a Palazzo Chigi per protestare sulla lentezza dei lavori. In quell’occasione, il capo dell’esecutivo aveva preso solenne impegno per la chiusura del cantiere entro l’inizio dell’anno scolastico. L’inaugurazione è effettivamente avvenuta lunedì scorso: “Voi mi avete scritto ‘siamo il futuro’ e noi abbiamo il diritto di pretendere il meglio. Avete ragione, dobbiamo dedicare i massimi sforzi per voi. È l’anno della fiducia, il momento della ripartenza”.

Facendo eco al Capo dello Stato, Conte ha poi aggiunto: “Ho apprezzato le parole del presidente Mattarella ieri quando ha detto che la scuola non deve essere un luogo di polemiche. È l’ennesima sfida che il nostro Paese sta affrontando e sono convinto, sono fiducioso, che anche a questa volta riusciremo a rispondere in modo assolutamente positivo. A vincerla tutti insieme”. Ovviamente, l’anno scolastico è appena iniziato e le criticità si conosceranno solo con il passare dei giorni. “Abbiamo lavorato per assicurare che questo anno scolastico possa svolgersi con didattica in presenza. Siamo consapevoli delle criticità – ammette – abbiamo lavorato tanto e continueremo a farlo per superarle mano a mano che si presenteranno”. “Abbiamo predisposto una serie di regole e precauzioni, di impegni finanziari – ha conclude il presidente del Consiglio – ma anche di dedizione personale e professionale di tantissimi, di tutti coloro che partecipano a questo sforzo collettivo”.

Conte e Gualtieri sul Recovery Fund

Conte ha anche parlato del Recovery Fund in occasione di questa visita: se il governo perderà questa sfida, ha ammesso il premier, “avete il diritto di mandarci a casa”. In audizione alle commissioni Bilancio e Finanze, il ministro dell’Economia Roberto Gualtieri ha sottolineato che il Recovery Fund “servirà per modernizzare il Paese non per il taglio delle tasse”. È “un risultato di grande rilevanza”, ha aggiunto, che “ci impone di essere all’altezza nella gestione dell’epidemia e nell’utilizzare al meglio le risorse del programma per modernizzare il Paese”.