Virologa cinese: “Il Covid-19 creato in laboratorio a Wuhan”

Li-Meng Yan, virologa cinese, denuncia in diretta TV che il governo fosse a conoscenza di tutto: “Presto sarò in grado di fornire le prove”

La virologa cinese Li-Meng Yan denuncia in diretta TV: “Il Covid-19 è stato creato in laboratorio a Wuhan”. La dottoressa, che ha lavorato alla Hong Kong School of Public Health, accusa il governo cinese di aver taciuto la circostanza, nonostante a Pechino sapessero tutto sull’origine della pandemia e su quanto sarebbe scaturito dopo. Insomma, quelle che sono state per mesi le accuse alla Cina da parte del presidente americano Donald Trump, avrebbero un fondamento scientifico e sarebbero diverse le persone a conoscenza della cosa.

Durante il talk show britannico “Loose Women”, trasmesso dal canale Itv, la dottoressa Li-Meng Yan è intervenuta in diretta streaming da una località americana non specificata per questioni di sicurezza, confermando che presto pubblicherà le prove relative alla natura “sintetica” del virus: “Tutti – insiste – anche chi non è uno scienziato e non ha conoscenze di biologia, sarà in grado di capirle”.

La virologa era già venuta allo scoperto a luglio, quando aveva sottolineato come il governo di Pechino fosse a conoscenza di quanto accaduto a Wuhan, della pericolosità del coronavirus, ma di aver taciuto per paura di ritorsioni. Secondo Li-Meng Yan, un suo collega avrebbe avuto evidenza di casi di trasmissione uomo a uomo già a dicembre 2019.