Referendum, Giorgetti (Lega): Voterò no al taglio dei parlamentari”

Il numero 2 della Lega ci ripensa. Dopo aver votato a favore del taglio dei Parlamentari lo scorso 8 ottobre alla Camera, ora Giorgetti dichiara che voterà no al referendum.

Il numero due della Lega ci ripensa. Dopo aver votato a favore del disegno di legge sul taglio dei Parlamentari lo scorso 8 ottobre alla Camera dei Deputati, contribuendo quindi alla sua approvazione, Giancarlo Giorgetti ha cambiato idea e al referendum del 20 e 21 settembre prossimi voterà contro il taglio.

La presa di posizione è arrivata oggi dalle pagine di Ticino Notizie ed è in contrasto con quella che ad oggi sembra la posizione ufficiale della Lega, o almeno del suo leader Matteo Salvini. Il motivo del voto contrario, secondo Giorgetti, è che “un semplice taglio dei parlamentari in assenza di altre riforme è improponibile“:

Il sistema maggioritario, visto che si parla tanto di Europa, ha sempre funzionato benissimo. Tagliare del 40% i parlamentari darebbe un potere senza limite alle segreterie di partito, limitando di parecchio la volontà popolare. È una deriva da evitare con forza. Anche perché sarebbe un favore ad un governo in difficoltà, incapace di gestire il contraccolpo economico al sistema Italia di questi mesi e in evidente imbarazzo in vista dei prossimi mesi, che saranno durissimi. Il governo Conte è inadeguato. Ed è anche per questo che voterò No.

I Video di Blogo

Backstage della serie Rex!