Like ad un post inneggiante ad Hitler: perquisito consigliere della Lega

Indagato per propaganda e istigazione a delinquere per motivi di discriminazione razziale Luca Caprini, consigliere comunale della Lega a Ferrara

like hitler lega

Luca Caprini, consigliere comunale della Lega a Ferrara nonché poliziotto e sindacalista del Sap, è indagato per propaganda e istigazione a delinquere per motivi di discriminazione razziale. Aveva messo like ad un post nel quale si inneggiava ad Hitler e ai forni crematori scritto dall’imprenditore Marco Faccini. Secondo quanto riferisce l’Ansa, i due sono stati perquisiti dalla Digos nell’ambito di un’inchiesta avviata dal pm Andrea Maggioni. Faccini aveva pubblicato su Facebook un post contro il cantante Sergio Sylvestre (“Ma quel signore con i baffi che adoperava i forni non c’è più?”) al quale Caprini mise il classico “mi piace”.

La vicenda aveva destato molto scalpore perché il post era stato condiviso anche da Ilaria Cucchi, sorella di Stefano Cucchi, il geometra romano morto dopo una settimana dall’arresto. Ilaria Cucchi si era rivolta a suo tempo al capo della Polizia, Franco Gabrielli. Caprini si era giustificato invece affermando di aver messo like solo per conoscenza dell’autore, ma senza averne letto il contenuto. Negando di essere filonazista, il poliziotto aveva affermato: “Il mio è stato un errore madornale”.