Berlusconi, Zangrillo: “Quadro clinico in miglioramento”

Il bollettino di Zangrillo di oggi su Berlusconi ricoverato dopo la diagnosi di polmonite bilaterale legata al Coronavirus

Migliora il quadro clinico di Silvio Berlusconi. Ad affermarlo è il professor Alberto Zangrillo, medico personale dell’ex premier e primario dell’Unità di Terapia intensiva generale e cardiovascolare dell’Irccs San Raffaele di Milano dove Berlusconi è ricoverato da giovedì sera.

Zangrillo ha ricordato che Berlusconi è ricoverato “in quarta giornata dalla diagnosi di polmonite bilaterale” legata all’infezione da coronavirus Sars-CoV-2.

Nel bollettino diffuso oggi sulle condizioni di Silvio Berlusconi Zangrillo parla di un “quadro clinico complessivo” che “appare in miglioramento ed è coerente con l’evidenza ematochimica e la ripresa di una robusta risposta immunitaria specifica, associata a riduzione degli indici di flogosi”.

Ieri dal San Raffaele era giunta la notizia della carica virale alta risultata dal tampone di Berlusconi, con Zangrillo che aveva parlato di “decorso regolare” ma di “fase delicata” per il paziente, in terapia con l’antivirale Remdesivir, come spiegato al Corriere della Sera dal direttore del Laboratorio di microbiologia e virologia del San Raffaele, Massimo Clementi.

Ultime notizie su Governo Italiano

Tutto su Governo Italiano →