Salvini: “Sabato e domenica in piazza per le dimissioni di Azzolina”

La Lega annuncia una raccolta di firme, sabato 12 e domenica 13 settembre, nelle piazze italiane per chiedere le dimissioni della Ministra Azzolina.

Il leader della Lega Matteo Salvini continua a portare avanti la sua personale battaglia contro la Ministra dell’Istruzione Lucia Azzolina, certo di rappresentare milioni di italiani. Dopo giorni di incontri con insegnati, presidi, sindaci e famiglie soltanto nelle Regioni in cui si voterà il 20 e 21 settembre prossimi, Salvini annuncia l’avvio di una raccolta di firme in tutto il Paese per chiedere le dimissioni di Azzolina.

Non una vera e propria manifestazione, ma gazebo della Lega posizionati in oltre mille piazze del Paese in cui i cittadini potranno recarsi per mettere la propria firma e supportare così la proposta della Lega:

Le proposte della Lega sulle assunzioni dei precari in classe da anni, sull’utilizzo delle aule vuote delle scuole paritarie, sulla misurazione della febbre a scuola e altre ancora sono rimaste inascoltate. Dalla Azzolina solo polemiche e insulti.

In casa Lega non sembrano avere un concetto chiarissimo di “polemiche e insulti” e a riguardare cosa è successo negli ultimi mesi non è certo la maggioranza ad aver sollevato polemiche ad ogni dichiarazione, ma se sostenere il falso serve a giustificare una raccolta di firme come questa, poca importa per Salvini e i suoi sostenitori.

Il leader della Lega ha sottolineato che si potrà sì votare nella piazze d’Italia, ma chi preferisce rimanere in casa vista la pandemia in corso potrà firmare online sul sito ufficiale della Lega, dove nei prossimi giorni verranno pubblicati i nomi delle piazze in cui, sabato 12 e domenica 13 settembre, saranno posizionati i gazebo.