Nuoto, Federica Pellegrini, Philippe Lucas: “C’è l’accordo con la federazione italiana”

L’allenatore francese tornerà a seguire la nuotatrice veneta e allenerà anche Filippo Magnini.

Il tecnico francese Philippe Lucas ha annunciato di aver raggiunto un accordo con la federazione italiana per tornare a seguire Federica Pellegrini.

Come riporta La Gazzetta dello sport, il tecnico stilerà i programmi di allenamento della nuotatrice veneta e la accoglierà, insieme al nuotatore e fidanzato Filippo Magnini, a Narbonne durante i suoi stage che saranno due o tre all’anno.

Lucas, che attualmente si trova a Chartres in occasione dei campionati europei di nuoto in vasca corta, ha rilasciato le seguenti dichiarazioni:

L’accordo c’è, ho parlato con la federazione italiana. Ne abbiamo parlato per questa stagione. Ho trovato una Federica che ha ancora voglia, non c’è stato bisogno di tante parole e anche Magnini è uno che mi piace. Federica mi voleva a Verona, io non volevo lasciare Narbonne. Lei fatica a stare lontano da casa, ma verrà con Filippo e io seguirò anche lui, così abbiamo trovato la via.

Il direttore tecnico dell’Italia, Cesare Butini, però, non è ancora in grado di rivelare con precisione come funzionerà questa sorta di allenamento a distanza. Oggi dettaglio verrà chiarito dopo lo svolgimento degli Europei in vasca corte. Queste sono le sue dichiarazioni di Butini:

Per quest’anno, che per Federica è sabbatico, in linea di massima potremmo anche fare così, abbiamo chiesto a Lucas un’agenda, un progetto concreto, anche perché c’è bisogno di una situazione tecnica affidabile.

Federica Pellegrini, dopo le deludenti Olimpiadi di Londra 2012, ha da sempre definito la scelta di Lucas, la migliore possibile per tornare al top.

La nuotatrice 24enne, in una recente intervista riportata da La Repubblica, ha smentito ogni desiderio di maternità, ponendosi come obiettivo le Olimpiadi di Rio 2016:

Un figlio? Non è un pensiero che ho in questo momento. Altrimenti non avrei ricominciato a nuotare. Dopo Londra, dopo quei due quinti posti mentre io pensavo di valere l’oro, ho deciso di puntare tutto sul futuro. Sono finita giù, ma voglio risalire. E puntare forte su Rio de Janeiro. La voglia c’è, la fiducia in me stessa pure, e intorno ho le stesse persone, quelle che mi sono sempre state vicino. E nel frattempo nessuno dei miei sponsor mi ha abbandonato, nonostante un anno difficile. Non do colpe a nessuno, non voglio più parlare di preparazione sbagliata o di altro. Ho dato il 100% ma è andata male, basta. Quello che mi ha fatto male è stato il fatto che molte persone hanno avuto coraggio a parlare con i giornalisti, di me e dei miei problemi, ma non hanno avuto alcun coraggio nel parlarne con me.

Foto | © Getty Images