Silvio Berlusconi ricoverato al San Raffaele: “Polmonite bilaterale allo stato precoce”

Ricovero precauzionale dopo la comparsa dei sintomi dell’infezione: le condizioni dell’ex premier “non preoccupano”

Silvio Berlusconi ricovero covid

Silvio Berlusconi, positivo al Covid-19, è stato ricoverato all’ospedale San Raffaele di Milano a scopo precauzionale.

Il leader di Forza Italia ieri in un messaggio audio aveva rassicurato sulle sue condizioni, affermando che avrebbe continuato a lavorare in isolamento e che avrebbe partecipato, per quanto possibile, alla campagna elettorale:

“Non ho più febbre, non ho più dolori. Sto abbastanza bene, continuo a lavorare e parteciperò in tutti i modi possibili alla campagna elettorale in corso”

Il suo medico personale, Alberto Zangrillo, appena diffusa la notizia della positività di Berlusconi aveva chiarito che era asintomatico ma nelle ultime ore sono comparsi alcuni dei sintomi tipici del coronavirus Sars-CoV-2, da qui la decisione di ricoverare per accertamenti l’ex premier, anche se il quadro clinico “non preoccupa”.

Anche i figli di Berlusconi, Barbara a Luigi, e la sua compagna Marta Fascina sono risultati positivi al Covid.

Il ricovero di Berlusconi sarebbe avvenuto ieri sera secondo quanto detto ad Agorà su Rai Tre dalla senatrice di Forza Italia Licia Ronzulli, che ha precisato:

“La mattinata è iniziata un po’ male. Berlusconi sta bene, ha passato la notte bene. C’è stato bisogno di un piccolo ricovero precauzionale per monitorare l’andamento del Covid-19”

Secondo l’Adnkronos Salute, Berlusconi è ricoverato nel reparto Diamante del San Raffaele, il reparto solventi della struttura che lo ha già ospitato in altre circostanze.

Ricovero Berlusconi: cosa dice la tac

Il ricovero, in una stanza isolata del settore D del reparto, è stato deciso dopo che a Berlusconi sarebbe stata diagnosticata una polmonite bilaterale allo stato precoce, risultata da una tac, secondo quanto riferisce l’agenzia Ansa che lo apprende da fonti sanitarie. La carica virale dell’infezione sarebbe non trascurabile.

Mulè: ricovero per precauzione, non per urgenza

Il portavoce di Forza Italia Giorgio Mulè a Radio Cusano Campus spiega:

“È stato un ricovero non dettato da urgenza, ma da precauzione. Ieri sera il presidente, su consiglio del dottor Zangrillo, si è trasferito al San Raffaele per monitorare meglio le sue condizioni. La notte è passata senza problemi, sta bene, non ha febbre, è tutto apposto. Berlusconi ha l’ossessione di cautelarsi e di utilizzare tutte le precauzioni per quando riguarda questa epidemia, quindi mi sento di dire che è una vittima di quello che sta accadendo a livello sanitario. Berlusconi ci ha sempre ammorbato, anche al telefono, dicendoci che dovevamo stare attenti, mettere la mascherina. Berlusconi vuole democratizzare l’uso delle mascherine, per fare in modo che siano utilizzate il più possibile”.

I Video di Blogo.it

Ultime notizie su Governo Italiano

Tutto su Governo Italiano →