Ciclismo, Lance Armstrong, università ritira la sua laurea ad honorem

La Tufts ritira la laurea honoris causa conferita al ciclista texano nel 2006.

Non c’è pace per il ciclista texano Lance Armstrong. L’ex vincitore di 7 Tour de France consecutivi, tutti revocati dall’Unione Ciclistica Internazionale a causa del sistematico utilizzo di sostanze dopanti, non solo ha dovuto rinunciare a tutti i titoli conquistati, ma sta perdendo, come scontato come fosse, anche tutti gli attestati di stima dovuti alle sue imprese sportive.

L’Università statunitense Tufts, in Massachusetts, ha deciso, infatti, di ritirare la laurea ad honorem conferita al ciclista nel 2006. La decisione è stata presa all’unanimità dal consiglio di amministrazione dell’ateneo.

Kimberly Thurler, responsabile per le pubbliche relazioni dell’università, in una serie di dichiarazioni riportate dal Boston Globe, ha motivato ulteriormente la decisione:

Pur continuando a rispettare il lavoro significativo della Lance Armstrong Foundation, la commissione ha deciso che, sulla scia della recente relazione della United States Anti-Doping Agency e la sua accettazione da parte dell’Unione Ciclistica Internazionale, le azioni dell’atleta Lance Armstrong sono in contrasto con i valori dell’università.

L’università Tufts non è la prima a prendere le distanze dal ciclista texano dopo lo scandalo doping. Aziende come la Nike e la Anheuser-Busch, per esempio, hanno subito interrotto i contratti di sponsorizzazione.

Anche la Fondazione Livestrong, impegnata nella lotta contro il cancro, ha deciso di rinunciare al nome “Lance Armstrong”. Il presidente della fondazione e il consiglio di amministrazione, inoltre, hanno anche voluto rassegnare le dimissioni.

Ciò che segue è una passo del discorso che Lance Armstrong tenne durante la consegna della laurea ad honorem in questione:

Come un ragazzo di 35 anni parlerebbe a ragazzi di 20, noi siamo in grado di produrre un cambiamento in tutto il mondo, e io sono emozionato.

Questo che ha coinvolto Lance Armstrong è uno dei pochissimi casi nella storia in cui un’ateneo decide di recedere una laurea honoris causa.

Foto | © Getty Images

I Video di Blogo

Video: la volata della prima tappa del Tour de France 2019