Lampedusa: arrivati altri 370 migranti – Il sindaco: “Siamo in ginocchio”

Nella notte sono sbarcati a Lampedusa altri 370 migranti, per un totale di 500 nelle ultime 24 ore: il sindaco all’attacco del governo

Lampedusa è al collasso: nella notte sono sbarcati sull’isola altri 370 migranti, per un totale di 500 nelle ultime 24 ore. In tutto, sono circa 30 le piccole imbarcazioni che hanno raggiunto Lampedusa, inasprendo di fatto una situazione che è già di grande emergenza e scatenando la protesta di un gruppo di abitanti. A capeggiarli l’ex senatrice della Lega, Angela Maraventano, che ha cercato con i manifestanti di bloccare il passaggio dei mezzi di soccorso sulla banchina. “Siamo stanchi, vanno rimpatriati immediatamente. Impediremo con tutte le nostre forze di farli passare”, le parole dell’ex parlamentare.

Il sindaco di Lampedusa: “Basta angherie dal governo”

Durissimo contro il governo anche il sindaco dell’isola, Totò Martello: “Lampedusa non riesce più a sostenere questa situazione. O il governo prende decisioni immediate – accusa – oppure sciopererà tutta l’isola. Non riescono a gestire l’emergenza e ormai la situazione è veramente insostenibile. Non è possibile – insiste – continuare a sopportare queste angherie da parte del governo“.

Martello ha anche inviato una lettera al presidente della Tunisia, Kasis Saied, minacciando di raggiungere il Paese africano con la sua barca, esattamente come fanno i migranti. “Siamo in ginocchio, con questi arrivi all’hotspot si supereranno le 1.500 presenze. La situazione è insostenibile”, conclude. La replica del Viminale è affidata ai numeri, secondo cui ad agosto gli sbarchi sono notevolmente diminuiti rispetto al mese di luglio.

Ultime notizie su Immigrazione

Tutto su Immigrazione →