Scuola, Salvini: “Azzolina ministro totalmente incapace” | Boccia: “Chiedo il contributo di chi ci critica”

Salvini da Siena: “Diamo un banco a rotelle alla Azzolina per fare un giro in Piazza del Campo”

Matteo Salvini, impegnato in un tour elettorale in Toscana, torna ad attaccare la ministra dell’Istruzione Lucia Azzolina, diventata uno dei suoi bersagli preferiti e contro la quale ha annunciato una mozione di sfiducia: “Deve andare a casa, le diamo un banco a rotelle per fare un giro in Piazza del Campo” dice da Siena il leader della Lega. Secondo Salvini: “Abbiamo un ministro totalmente incapace a gestire un sistema delicato che ha 8 milioni di studenti e un milione di insegnanti, presidi e personale scolastico”.

Boccia: sicurezza sanitaria in classe priorità assoluta

Di rientro a scuola oggi ha parlato anche il ministro degli Affari regionali Francesco Boccia, dopo il via libera della Conferenza unificata delle regioni al documento dell’Istituto superiore di sanità sulla gestione dei contagi. “La sicurezza sanitaria nelle scuole è una priorità assoluta per il Paese”, dice Boccia.

Il ministro invita anche a fare critiche costruttive, a essere realmente propositivi: “Sicurezza significa interventi immediati delle Asl, di medici e infermieri. Se c’è un contagio, s’interviene subito e si fanno tamponi ai contatti. Il governo garantisce uno sforzo immane, è un lavoro che dobbiamo fare tutti insieme. Avviamo un percorso condiviso. Chiedo il contributo di chi ci critica”.

Alzano e Nembro, consegnati primi banchi monoposto

Intanto stamattina ad Alzano e Nembro (Bergamo) sono stati consegnati i primi banchi monoposto (460), per il rientro a scuola. A scaricarli sono stati i militari dell’esercito. I due centri del bergamasco, tra i più colpiti dall’epidemia, e al centro di un’inchiesta per la mancata istituzione della zona rossa per tempo, sono stati simbolicamente scelti per la consegna della prima fornitura di banchi monoposto dal commissario straordinario Domenico Arcuri.

Ultime notizie su Coronavirus

Tutto su Coronavirus →