Tar Sicilia sospende l’ordinanza Musumeci, il governatore: “Non faremo passi indietro” | Salvini: “Ennesima vergogna italiana”

Per il Tar Musumeci è andato oltre le sue competenze. Salvini: “Spalancano porti e porte ai clandestini”

Il governatore della Sicilia Nello Musumeci contesta la decisione del Tar di Palermo che ha sospeso l’esecutività della sua ordinanza sulla chiusura di porti e hotspot sull’isola per l’emergenza coronavirus.

In un post su Facebook Musumeci scrive: “Quella adottata dal magistrato del Tar di Palermo è una decisione cautelare che non condividiamo e che è stata assunta senza neppure ascoltare la Regione, come può essere concesso a richiesta della parte e come noi abbiamo formalmente chiesto, non avendo potuto depositare le nostre difese. Tuttavia, se in pochi giorni sono stati trasferiti oltre 800 migranti è la dimostrazione che serve denunciare il problema ad alta voce. Sulla nostra competenza in materia sanitaria non faremo un solo passo indietro”.

A dargli man forte è il leader della Lega Matteo Salvini: “Ennesima vergogna italiana, governo e giustizia spalancano porti e porte ai clandestini. Dalla Lega massimo sostegno a Musumeci e ai siciliani. Tutti i nostri sindaci e governatori sono mobilitati per evitare qualsiasi nuovo arrivo di clandestini che ormai non sono più solo un problema economico e sociale ma anche sanitario”.

Per il governo la gestione del fenomeno migratorio e la competenza sui porti sono materia dello Stato e non delle Regioni, tesi alla base dell’istanza cautelare avanzata dal Viminale, istanza accolta dal decreto di sospensione dell’ordinanza firmato dalla presidente della Terza sezione del Tar di Palermo, Maria Cristina Quiligotti.

Per il Tar Sicilia inoltre: “Non è dimostrato l’esistenza di un concreto aggravamento del rischio sanitario” per la popolazione locale “quale conseguenza del fenomeno migratorio”. La camera di consiglio è stata fissata per il 17 settembre prossimo.

I Video di Blogo

Il video degli sciatori ammassati nella funivia a Cervinia

Ultime notizie su Coronavirus

Tutto su Coronavirus →