Scuola, Salvini annuncia mozione di sfiducia per Azzolina

Il leader della Lega annuncia l’intenzione di presentare una mozione di sfiducia nei confronti della ministra Azzolina “a nome di 8 milioni di studenti e famiglie”

Il leader della Lega Matteo Salvini porta avanti la sua personale battaglia contro la Ministra dell’Istruzione Lucia Azzolini, annunciando l’intenzione di presentare una mozione di sfiducia nei suoi confronti “a nome di 8 milioni di studenti e famiglie, di un milione di insegnanti, dei presidi e del personale scolastico tutto“.

Salvini, bravissimo a puntare il dito fingendo di ricordare i suoi 14 mesi al governo e gli innumerevoli incontri necessari con le parti coinvolte su qualsiasi tema, ha scelto il suo capro espiatorio: Lucia Azzolina, come se a prendere le decisioni sul delicato tema della scuola spetti solo e soltanto a lei:

Alla riapertura dei lavori, presenteremo una mozione di sfiducia a nome di 8 milioni di studenti e famiglie, di un milione di insegnanti, dei presidi e del personale scolastico tutto. La Scuola Italiana merita di meglio. Azzolina bocciata!

Il leader della Lega continua a parlare alla pancia degli italiani e non guarda al di là dei nostri confini. Il ritorno a scuola è un tema profondamente delicato e gli esempi dei Paesi vicini, a cominciare dalla Germania dove le scuole stanno già riaprendo, dovrebbe spingerci a muoverci coi piedi di piombo, come l’esecutivo di Conte sta facendo. I fattori da considerare sono tantissimi, i rischi altissimi e l’obiettivo è chiaro: far ripartire tutto nella massima sicurezza possibile.

Salvini, però, sembra avere la soluzione in tasca:

Assumere le migliaia di insegnanti precari che, da anni, già lavorano nelle scuole coi nostri figli. Stabilizzare almeno 20.000 insegnanti di sostegno per non lasciare indietro i bimbi disabili. Collaborare con le scuole pubbliche-paritarie per trovare le 10.000 aule mancanti. Dotare tutte le scuole di termoscanner per misurare la febbre ai bimbi all’ingresso. Dimenticare la mascherina obbligatoria per i bimbi in classe, una inutile e pericolosa follia. Smetterla di giocare coi banchi con le rotelle, di litigare con sindacati, presidi, insegnanti, governatori e famiglie. Queste le proposte della Lega. Il ministro è in grado di attuarle? No.

E, ancora:

Siamo al 27 agosto e per colpa di un ministro incapace non si capisce niente sui nostri figli. Io da papà non ho capito a che ora porto mia figlia in classe, a che ora la vado a prendere, quanti compagni di classe ha, quante maestre, dove va a mangiare in mensa, cosa fa il sabato, e questa incapace si è occupata solo di banchi con le rotelle per due mesi. Datemi una mano con il voto a Caserta per mandare a casa gente come la Azzolina che non merita di governare questo Paese.

I Video di Blogo

Milano: scippo in diretta nella metropolitana (VIDEO)

Ultime notizie su Coronavirus

Tutto su Coronavirus →