Conte: “Mai autorizzata la riapertura delle discoteche, iniziativa delle Regioni”

L’intervista rilasciata dal Presidente del Consiglio a Il Fatto Quotidiano

Giuseppe Conte tuona contro le Regioni durante l’intervista concessa oggi a Il Fatto Quotidiano. “Abbiamo sempre ritenuto impensabile che in una discoteca si possano mantenere distanze e indossare le mascherine – argomenta il presidente del Consiglio – Alcune Regioni, tuttavia, hanno voluto adottare protocolli sanitari ritenendoli compatibili con la riapertura”. Insomma, la palla passa ora ai governatori, che dovranno dare spiegazioni in merito, visto che con l’arrivo dell’estate e la movida i contagi sono tornati a salire.

Intanto, dopo aver atteso il tempo necessario di fare le opportune verifiche con il comitato tecnico scientifico, il governo ha chiuso nuovamente i locali notturni, disponendo anche l’obbligo di mascherine dopo le ore 18:00 e aiuti finanziari ai gestori. Il governo, aggiunge Conte ha “lasciato fare per alcuni giorni, ma quando abbiamo constatato che la curva epidemiologica rischiava di risalire siamo intervenuti e in Conferenza delle Regioni abbiamo, ancora una volta, dato tutti prova di grande collaborazione, convincendo anche i presidenti regionali più riluttanti a disporre la chiusura. Con l’occasione, abbiamo garantito un intervento di sostegno finanziario per tutti gli operatori del settore”.

Nell’intervista rilasciata a Il Fatto Quotidiano, il premier ha anche parlato del Mes, proprio perché in questi giorni il Partito Democratico è tornato a mettere pressione al Movimento 5 Stelle sull’argomento. “Ricordo che si tratta pur sempre di soldi presi a prestito. Confido che i flussi di cassa rendano superfluo quest’ulteriore indebitamento, anche in considerazione dei fondi del piano Sure già attivato e del Recovery Fund. Se mai il quadro di finanza pubblica imponesse valutazioni differenti – ha poi sottolineato – state pur certi che andremo in Parlamento e ne discuteremo in piena trasparenza”.

Ultime notizie su Governo Italiano

Tutto su Governo Italiano →