Zingaretti dopo il voto su Rousseau: “Non sosterremo mai la ricandidatura della Raggi”

“Sono stati 5 anni drammatici per la capitale d’Italia”

Nicola Zingaretti mette le mani avanti: mai a sostegno del Movimento 5 Stelle a Roma. Dopo gli esiti del voto sulla piattaforma Rousseau che hanno rivoluzionato due capisaldi della linea politica pentastellata, approvando alleanze con altri partiti a livello locale e sdoganando il terzo mandato nei consigli comunali, il segretario del PD e presidente della Regione Lazio afferma: “Non sosterremo mai la ricandidatura della sindaca Raggi perché credo che siano stati cinque anni drammatici per la capitale d’Italia”.

Secondo Zingaretti che ha parlato da Orbetello: “I candidati per le amministrative del 2021 li decidiamo dopo quelle del 2020”. A proposito del via libera da parte degli iscritti al M5S alla possibilità di alleanze per le elezioni comunali con i partiti cosiddetti tradizionali, Zingaretti aggiunge: “Siamo un’alleanza tra forze diverse, che restano diverse, ma per governare bisogna essere alleati, non si può essere avversari. Che si riesca a fare insieme un percorso comune è molto positivo”.