Pd e M5S fanno pace: “Stop alle cause che ci vedevano contrapposti, clima politico cambiato”

Le forze di maggioranza: “Inutile continuare a intasare i tribunali”

Il Partito democratico e il Movimento 5 Stelle fanno pace nelle aule di giustizia. Le due forze politiche che sorreggono il governo Conte, di “comune accordo” hanno deciso “di abbandonare alcune cause” che le vedevano contrapposte.

In una nota congiunta Pd e M5s spiegano che: “È inutile continuare ad intasare i tribunali perdendo tempo con vicende vecchie e superate, anche per coerenza rispetto al rinnovato clima politico”.

Dal “partito di Bibbiano” all’inadeguatezza e incompetenza di cui venivano accusati ministri e big del M5S, ora sembra tutto superato. La decisione arriva a ridosso delle prossime elezioni regionali di settembre prefigurando evidentemente alleanze più convinte, e convincenti, a livello locale. Intanto i giornali vicini al Centrodestra parlano già di inciucione politico-giudiziario.

Ultime notizie su Governo Italiano

Tutto su Governo Italiano →